Ue-Cina: Calenda, vino sia a centro prossimo summit bilaterale

L’Italia ha chiesto, facendo fronte comune con Francia e Spagna, che la questione dei dazi antidumping contro il vino europeo esportato in Cina sia un argomento fondamentale del summit bilaterale tra l’Ue e Pechino che si terrà a novembre. Lo ha reso noto il viceministro allo sviluppo economico Carlo Calenda, al termine del Consiglio Ue commercio a Lussemburgo. La decisione cinese di aprire un’indagine antidumping sul vino europeo, ha sottolineato il viceministro, non è una ”normale controversia commerciale” ma una ”rappresaglia” contro quegli stati membri che ”hanno supportato la Commissione Ue” sulla questione dei dazi ai pannelli solari ‘made in China’. Per questo ”l’Italia è fortemente contraria” a un eventuale avvio di lavori preparatori per valutare la possibilità di un accordo commerciale, in quanto ”in questo momento non ci sono i presupposti ed è sconsigliato che si mettano sul tavolo altre questioni di natura commerciale finché non è risolta la questione vino”.

fonte: ANSA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in 'E renare (i soldi, l'economia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...