Archivi tag: teconologie ambientali

L’Italia punto di riferimento in Cina per le tecnologie di costruzione ecofriendly

La Cina ha fame di tecnologie ambientali, soprattutto nel campo delle costruzioni, e chiede aiuto all’Italia che, in questo settore, è fra i leader mondiali. E’ quanto emerso dal forum “ItaliaInnova”, organizzato a Suzhou, la città del Jiangsu a due ore da Shanghai dove risiede il maggior numero di aziende italiane in Asia in un unico distretto: oltre 150. Il forum, organizzato dal Suzhou Working Group della Camera di commercio italiana in Cina, dal gruppo Triumph con il patrocinio di Consolato generale italiano di Shanghai e dell’agenzia Ice di Shanghai, dell’Istituto italiano di cultura a Shanghai, dell’Enit e della Fondazione italiana Cina (con la collaborazione di Tecnomovie, Landz e Yana), ha visto la partecipazione non solo di aziende italiane e cinesi in un incontro tra domanda e offerta dove si sono presentate nuovissime tecnologie in fatto di costruzioni ‘verdi’, ma anche esponenti delle amministrazioni governative cinesi e delle università, come la TongJi di Shanghai, che ha illustrato il progetto del campus verde. “Le tecnologie ambientali e l’ambiente in generale – ha detto nella sua introduzione il console generale italiano Vincenzo De Luca – rappresentano una importante opportunità per le nostre aziende. Il governo cinese ha inserito questi temi nel piano quinquennale, spingendo aziende ed enti a fare di più in questo senso. Il nostro Paese è stato uno dei primi ad entrare in Cina in questo settore e, grazie alle operazioni congiunte del nostro Sistema Italia con Ministero dell’Ambiente, degli Esteri, agenzia Ice, Sistema delle imprese, riusciamo a dire la nostra e ad essere punto di riferimento per questo interesse cinese”. Il forum è stato ospitato nell’ambito della seconda edizione del Festival italiano di Suzhou, la città di 5 milioni di abitanti patrimonio dell’umanità chiamata la ‘Venezia di Cina’, città della quale è gemellata. Due giorni nei quali le aziende italiane dal food alla moda all’ospitalità alle auto, si sono presentate. Migliaia i cinesi di tutte le estrazioni che hanno partecipato, godendo dei diversi aspetti del festival, da quello gastronomico a quello culturale a quello musicale, avendo la possibilità di conoscere l’Italia in Cina.

Lascia un commento

Archiviato in Polluzione (che dall'inglese significa l'inquinamento)