Archivi tag: superstizione in cina

A Hong Kong si ricorre a taglio cesareo per non far nascere i bambini nell’anno della capra

Aumento delle nascite in questi giorni ad Hong Kong e Singapore attraverso il taglio cesareo, per fare in modo che i bambini non nascano nel nuovo anno lunare, considerato non proprio fausto. Come scrive il South China Morning Post, molti ospedali dell’ex colonia britannica registrano un aumento di prenotazioni in questa settimana fino a mercoledì (giovedì comincia l’anno della capra), per far nascere bambini tramite taglio cesareo nell’anno del cavallo, ritenuto più fortunato. Alcune compagnie assicurative hanno anche aumentato le loro tariffe per scongiurare questa corsa alla nascita.
Secondo la tradizione, i bambini che nascono nell’anno del cavallo sono più forti di quelli nati nell’anno della capra. Inoltre, in molti decidono di far nascere prima per fare in modo che i neonati possano ricevere il regalo in soldi tradizionalmente dati ai bambini in occasione del capodanno cinese. A Singapore, invece, la corsa alle nascite prima della fine dell’anno lunare è legata alla decisione del governo di donare un regalo ai bambini nati in quest’anno in occasione del giubileo del piccolo stato.

Lascia un commento

Archiviato in Vita cinese

Governo locale risponde a richieste anti superstizione

Evidenziare le anomalie della natura e riportarle al governo per ottenere delle risposte dagli esperti, evitando allarmismi e superstizioni. E’ quanto sta incoraggiando a fare il governo della provincia del Jiangsu. Lo riferisce l’agenzia Nuova Cina. Sciami di libellule giganti o rospi in marcia lungo la strada saranno fenomeni che non desteranno quindi piu’ solo preoccupazione nella popolazione locale ma potranno essere sottoposti alle autorita’ per ottenere delle risposte. La provincia del Jiangsu ha infatti recentemente pubblicato una nuova serie di normative in materia di prevenzione e riduzione dei disastri naturali, incoraggiando anche le persone e le istituzioni a segnalare ”anomalie della natura” che possano destare sospetti ed essere segnali di un disastro prossimo a venire. ”Dopo alcuni terremoti molto gravi recenti – spiega un funzionario del governo del Jiangsu – come quello in Giappone, le persone sono profondamente preoccupate per le catastrofi”. In effetti, i cinesi hanno sempre creduto che un fenomeno anormale e’ un segno di un disastro imminente. Per esempio, si ritiene che avvicinandosi un evento naturale i serpenti escano dalle tane e i topi si muovano a frotte. ”Le nuove norme – osserva Yang Jianjun, funzionario presso la commissione di sismologia di Nachino – danno alle persone un modo migliore per esprimere le loro preoccupazioni, ma non tutte le anomalie indicano necessariamente un disastro”. Nell’aprile 2009, la polizia locale nella provincia dell’Anhui catturo’ alcuni contrabbandieri e libero’ molte rane e serpenti nel sobborgo di Hefei, capitale della provincia. Non sapendo il fatto, molti residenti locali, vedendo orde di rane e serpenti, pensarono che poteva essere un segnale per un terremoto e si rifiutarono di dormire nelle loro case. Il panico venne dissipato solo quale le autorita’ spiegarono il motivo per quegli strani fenomeni. ”Quando ci sono voci – dice Wang Kaiyu, sociologo dell’Accademia di Scienze sociali nella provincia dell’Anhui – e’ meglio affrontarle che evitarle. I residenti hanno diritto sempre di sapere la verita”’. ”Alcune informazioni errate – ha pero’ osservato Wang – possono portare lavoro extra per il governo. Dovrebbe anche essere considerata la possibilita’ che le persone che deliberatamente diffondono informazioni errate possano essere soggette a punizioni”.

Lascia un commento

Archiviato in Vita cinese