Archivi tag: seno delle cinesi

Trova le differenze

12388_10151356768571932_1645086995_n

Qualcosa si era provato già a dire qui, nella mappa della grandezza dei seni nel mondo, con le cinesi agli ultimi posti. Non me ne vogliano le amiche cinesi, si fa per scherzare.

Lascia un commento

Archiviato in Vita cinese

Basta pc o gadget elettronici: studenti cinesi vogliono in dono chirurgia estetica

Sempre più diffusa la richiesta, da parte di giovani studenti cinesi ai loro genitori, di avere in regalo non abiti, accessori, gioielli o costosi computer ma interventi di chirurgia plastica. Con l’approssimarsi del capodanno cinese (la festa più importante dell’anno in Cina in cui per tradizione in famiglia e tra amici ci si scambiano i regali) sono sempre di più i giovani, specie gli studenti universitari, molti ospedali registrano il tutto esaurito di prenotazioni anche perché i ragazzi approfittano del periodo delle feste, in cui le scuole e le università sono chiuse, per effettuare questi interventi. “Abbiamo effettuato oltre 100 consulti questo mese per studenti universitari – ha commentato Liu Qi, medico presso l’ospedale di chirurgia plastica di Shanghai – il 20% in più del solito”. Tra gli interventi più popolari e richiesti, specie dalle ragazzine cinesi, quello per allargare gli occhi facendoli sembrare ‘piu’ occidentalì. In particolare, dopo il successo di ‘The Legend of Zhen Huan’ una serie televisiva basata su un dramma ambientato nel 17simo secolo, molte ragazze si sono rivolte a specialisti di chirurgia estetica chiedendo di poter avere gli occhi come quelli della protagonista della fiction televisiva, l’attrice Sun Li. Il dottor Liu Qi ha raccontato che una ragazza cinese dopo aver effettuato già due interventi per modificare la forma degli occhi in precedenza, si é recata in ospedale chiedendo un terzo intervento per somigliare di più all’eroina del romanzo televisivo. “Ma questa volta abbiamo rifiutato di fare l’operazione – ha detto il medico – i suoi occhi non possono sopportare tutti questi interventi e cambiamenti”. Solo pochi mesi fa una ricerca aveva messo in evidenza un forte aumento in Cina degli interventi di chirurgia plastica tra i giovanissimi. Secondo un’inchiesta dello Shanghai Daily, tra il 10% e il 20% di coloro che si sottopongono alla chirurgia plastica sono minorenni. Per contrastare questo fenomeno la città di Guangzhou (la ex Canton) ha proposto una legge secondo la quale i medici potranno procedere a interventi estetici sui minori di 18 anni solo se necessari per motivi di salute e comunque dopo aver informato i genitori o il tutore legale dei rischi connessi all’operazione.

Lascia un commento

Archiviato in Vita cinese

Divieto per le minorenni di ricorrere alla chirurgia estetica a Guangzhou

La citta’ di Guangzhou, la ex Canton, potrebbe diventare la prima citta’ cinese a vietare la chirurgia plastica per i minorenni. Secondo quanto riferisce la stampa locale, se la proposta verra’ approvata, per i minori di 18 anni, i medici potranno procedere a interventi di chirurgia plastica solo se necessari per motivi di salute e comunque dopo aver informato i genitori o il tutore legale dei rischi connessi all’intervento. ”Negli ultimi anni – ha commentato il professor Yang Jianguang, docente di diritto della Sun Yat Sen University – c’e’ stato un notevole aumento del ricorso alla chirurgia plastica da parte di giovanissimi. Spesso nella ricerca di un look alla moda i giovani decidono senza ponderare bene di sottoporsi a una procedura che potrebbe nuocere alla loro salute”. Il professor Yang ha guidato un gruppo di esperti nella stesura della revisione della normativa dal febbraio scorso, sottolineando piu’ volte la necessita’ di regolamentare il settore della chirurgia plastica attraverso la legge. ”E anche ‘preoccupante – ha aggiunto – che alcune strutture offrano interventi di chirurgia a basso costo per attirare i giovani”. Il centro medico Zhejiang Mingzhongyi di Hangzhou, nella provincia dello Zhejiang, ha ad esempio lanciato una promozione rivolta agli studenti delle scuole superiori durante le vacanze estive, che consiste in uno sconto del 20% per interventi chirurgici come il rimodellamento del naso e delle palpebre. Secondo Ren Bu, uno specialista di ricostruzione facciale presso l’Ospedale di Chirurgia Plastica dell’Accademia cinese delle Scienze Mediche, un intervento chirurgico sui minori puo’ avere effetti sconosciuti, perche’ il giovane non ha completato la sua crescita fisica ma ha aggiunto che l’attuazione di una norma del genere nel Paese potrebbe risultare difficile anche perche’ spesso sono i genitori stessi ad aiutare i figli, nascondendo ai medici la loro reale eta’.

Lascia un commento

Archiviato in Vita cinese

In aumento interventi di chirugia plastica tra giovanissimi

In forte aumento in Cina gli interventi di chirurgia plastica tra giovanissimi. Secondo un’inchiesta dello Shanghai Daily, tra il 10% e il 20% di coloro che si sottopongono alla chirurgia plastica sono minorenni. Il periodo estivo, quello in cui le scuole sono chiuse, è il periodo in cui si registra il picco delle richieste di ‘ritocchi’ da parte dei ragazzini. “Lo scorso mese – ha dichiarato Tang Ling, medico dell’ospedale dell’esercito del popolo di Shanghai – abbiamo effettuato 200 interventi di chirurgia plastica, il 30% in più rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Di questi l’80% erano per studenti, accompagnati dai genitori”. L’intervento più richiesto dai giovani cinesi sembra essere quello agli occhi, per farli apparire più larghi e più all’occidentale. Secondo gli esperti la chirurgia plastica sui minori andrebbe però evitata, salvo che nel caso di difetti congeniti e ferite. Tang ha detto che gli ospedali di solito rifiutano gli interventi per i minori di 20 anni, ma spesso capita che i ragazzini, rifiutati dagli ospedali, si rivolgono a cliniche o centri estetici privati e ottengono quello che vogliono. Intanto in Cina è scoppiato anche uno scandalo relativo alle iniezioni di Botox (farmaco molto utilizzato in chirurgia estetica per la rimozione delle rughe). Il Ministero per la pubblica sicurezza cinese ha allertato contro la possibilità di prodotti venduti da aziende cinesi e prodotti localmente, ma spacciati come importati. La polizia delle province del Guangdong, Shanxi e Guangxi ha confiscato prodotti cosmetici falsi per un valore di oltre 3 milioni di dollari, incluse numerose confezioni di falso Botox. “I prodotti importati – ha spiegato un impiegato dell’ospedale di chirurgia estetica Yezi Plastic di Pechino – hanno una migliore reputazione e la gente li preferisce rispetto ai prodotti locali. Prodotti importati come il Botox costano intorno ai 6000 yuan (oltre 600 euro), mentre quelli locali si trovano a 4000 yuan e a volte anche meno. Spacciare un prodotto locale per uno importato costituisce un grande business e una grande fonte di guadagno”.

Lascia un commento

Archiviato in Vita cinese

Attenzione all’autovelox e alla mano morta

Scattata da un autovelox, andava a 90 dove il limite era 80. Stava cercando il cambio o il cassetto portaoggetti?

1 Commento

Archiviato in Pruriti cinesi (questioni sessuali)

Il mestiere più bello del mondo: venghino signori venghino

E’ il presidente di una società di servizi di pulizia per appartamenti il primo terapista massaggiatore di seni femminili certificato in Cina. Lo riferisce la stampa di Pechino. Xia Jun ha completato con l’ottenimento del certificato il corso per massaggiatori di seno femminile, con lo scopo di migliorare l’allattamento, presso la China Employment Training Technical Instruction Center del Ministero delle Risorse Umane e della Sicurezza Sociale. Xia,che secondo il Global Times guida una società con base a Shanghai e 160 filiali in tutto il paese, vuole ora insegnare il lavoro a suoi dipendenti e inserire il massaggio al seno tra i servizi della società. Secondo Xia, il mercato per i massaggiatori di seno è in aumento, perché molte neo mamme sono preoccupate che a causa dello stress, del lavoro e delle condizioni di vita, non riescono a produrre abbastanza latte per i loro figli.

Lascia un commento

Archiviato in Vita cinese

Non solo gli uomini: anche le donne cinesi ce l’hanno piccolo

Ci risiamo. Dopotutto doveva succedere. Dopo aver scoperto che gli uomini cinesi (il pisello) ce l’hanno piccolo e che i cinesi ce l’hanno piccolo (il cervello) adesso si scopre che anche le donne cinesi ce l’hanno piccolo (il seno). La mappa sotto mostra i paesi in base alla grandezza della coppa del seno delle donne. Grandi quelle della Russia e nord Europa, a metà classifica le italiane e in fondo estremo asiatiche e alcune africane. Ci volevano questi geni per capirlo: basta guardarsi attorno qui per capirlo. Dopotutto che le donne cinesi avessero questo complesso, si era già detto, lo avevo scritto in un post. Amante delle tettone felliniane, conviene che non venite in Cina.

1 Commento

Archiviato in Vita cinese