Archivi tag: mondiali di calcio

Cancellato lo show del panda che prevedeva i risultati dei mondiali come il polpo Paul

E’ stato cancellato all’ultimo momento lo show nel quale un panda avrebbe dovuto, come faceva il polpo Paul nei mondiali sudafricani, indovinare la squadra vincitrice delle partite dei Mondiali di calcio in Brasile. Timorosi per l’impatto negativo che avrebbe potuto avere sui panda giganti, i responsabili del China Conservation and Research Center per i panda di Chengdu, nella provincia meridionale del Sichuan, hanno deciso di vietare l’attività. I responsabili della struttura hanno negato che la decisione sia stata presa in seguito a divieti posti dalle autorità, motivando invece la cosa con il fatto che l’attività avrebbe creato troppi contatti tra i panda e gli uomini. Per predire la squadra vincitrice, il centro aveva realizzato tre attività: il panda avrebbe dovuto scegliere il cibo da una scodella con la bandiera della squadra vincitrice; salire su un albero sul quale c’è la bandiera della squadra che avrebbe vinto. L’evento è stato preparato da giorni ed ha scatenato molte polemiche da parte di animalisti. Ma non tutti hanno preso la stessa decisione. In uno zoo della città orientale di Yangzhou, la predizione del panda c’è stata e lo stesso ha decretato la vittoria del Brasile nella partita inaugurale con la Croazia. Ma le polemiche non si fermano. In molti, infatti, si chiedono il motivo di interrompere l’attività di predizione se poi comunque si permette a ricchi cinesi e stranieri di pagare centinaia di euro per prendere in braccio i panda e farsi fotografare.

Lascia un commento

Archiviato in Folza Napoli

Sale in Cina febbre da mondiali di calcio

La febbre dei mondiali di calcio coinvolge anche la Cina, paese nel quale il calcio, soprattutto straniero, è molto popolare visti i pessimi risultati della compagine nazionale. Su internet, sui social media, non si parla d’altro, e si cercano rimedi e aiuti per far combinare la voglia sfrenata di vedere le partite e la vita di tutti i giorni, dal momento che le gare vengono trasmesse in Cina tra le 4 e 6 del mattino ora cinese. Alcune società sono venute incontro alle esigenze dei dipendenti fan di calcio. La Uc, una importante società che lavora nel campo di internet a Guangzhou, ex Canton, ha deciso di permettere ai dipendenti di chiedere tre giorni di ferie in occasione dei mondiali, qualora si sentissero troppo stanchi per andare a lavorare dopo aver passato la notte svegli a vedere le partite. La stessa società ha anche fatto istallare maxi schermo nella caffetteria dei dipendenti, offrendo bibite e snack per vedere le partite. Su internet, sui propri microblog, molte stazioni di polizia hanno scritto raccomandazioni in occasione dei mondiali come quelle di non bere troppo, non guidare da ubriachi, non picchiare le mogli, non fare troppo chiasso. La prima partita di calcio dei mondiali è stata trasmessa in Cina per la prima volta nel 1978, mentre la nazionale, 95ma nel ranking Fifa, ha partecipato una sola volta ai mondiali nel 2002, venendo eliminata al primo turno.

Lascia un commento

Archiviato in Folza Napoli

Un film cinese smonta doti divinatorie del polpo Paul

Il polpo Paul, che ha indovinato i risultati delle partite del Campionato del mondo disputato l’estate scorsa in Sudafrica, sarebbe stato in realtà una creazione della mente diabolica di mafiosi legati al mondo delle scommesse. Lo sostiene il regista cinese Xiao Jiang, che ha presentato oggi a Pechino il suo film “Uccidete il polpo Paul”. Il “giallo” di Xiao Jiang ruota intorno ad un gruppo di tifosi cinesi che si recano in Sudafrica per assistere alle partite e finiscono per scoprire il complotto della mafia, che avrebbe creato il mito di Paul per arricchirsi con le scommesse. “Amo davvero tanto il calcio e il Campionato del mondo, ma so che c’é molta gente che ci scommette sopra”, ha affermato il regista. “Così quando ho pensato di fare questo film ho voluto parlare di gente che si trova in situazioni difficili a causa delle scommesse”. Paul, che era ospite di un acquario in Germania, ha predetto correttamente i risultati di otto partite tra cui la finale, vinta dalla Spagna contro l’Olanda. Prima di ogni match venivano messi davanti a Paul due contenitori di cibo, ciascuno con sopra la bandiera delle squadre che si sarebbero affrontate. Paul ha scelto sempre quella della squadra risultata vincitrice diventando uno dei protagonisti mediatici – alla pari forse solo con le rumorose vuvuzelas – del Mondiale. Xiao Jiang ha affermato di non credere alle capacità divinatorie di Paul. “Non esiste che abbia indovinato 8 risultati su 8 – ha sostenuto -. Quindi deve essersi trattato di un piano per ingannare la gente in tutto il mondo. Ha funzionato perché a tutti piaceva Paul, perché era molto simpatico”. Paul è morto questa settimana nell’acquario di Oberhausen per cause naturali. Il film uscirà in Cina alla fine di novembre.

fonte: ANSA

1 Commento

Archiviato in Vita cinese

I calciatori della nazionale nord coreana, umiliati in pubblico per risultati al mondiale

Pubblica umiliazione per la Nazionale di calcio nordcoreana dopo l’esperienza in Sudafrica, costata l’eliminazione dai Mondiali al primo turno con il 7 a 0 a opera del Portogallo, per ”l’incapacita’ mostrata nel seguire le indicazioni fornite dal ‘caro leader’ Kim Jong-il”. E’ quanto scrive oggi il quotidiano sudcoreano Chosun Ilbo, riprendendo un ampio servizio di Radio Free Asia, che ha citato fonti anonime della Corea del Nord. E il ct della nazionale, secondo fonti, sarebbe stato mandato a lavorare in un cantiere edile. L’intera squadra e’ stata costretta a restare in piedi il 2 luglio scorso su un palco allestito al Palazzo della Cultura popolare, appena tre giorni dopo il rientro dal Sudafrica, ed e’ stata sottoposta a una feroce critica ideologica di sei ore. Unici a sfuggire al ‘processo’, i due giocatori del Nord nati e residenti in Giappone, An Yong-hak e Jong Tae-se, l’attaccante scoppiato in lacrime alle note dell’inno nordcoreano prima del match col Brasile. Circa 400 funzionari, tra cui il vice ministro del Partito dei Lavoratori e ministro dello Sport, Pak Myong-chol, altri atleti e studenti hanno preso parte alla pubblica critica, mentre a Ri Dong-kyu, commentatore sportivo della tv pubblica Kctv, e’ stato affidato il compito di elencare punto per punto gli errori di ogni singolo giocatore. ”Il ct Kim Jong-hun e i calciatori sono stati costretti a restare in piedi, mentre atleti e studenti si sono alternati a criticare i giocatori. Alla fine della sessione i giocatori hanno a loro volta criticato l’allenatore”, ha riferito la Rfa. Una fonte a Sinuiju ha detto che il tema della sessione e’ stato ”il tradimento della fiducia di Kim Jong-un”, il figlio di Kim Jong-il considerato il suo erede. Il ct, probabilmente rimproverato piu’ di tutti perche’ qualcuno ha dovuto farsi carico delle responsabilita’, sarebbe – in base ad alcuni voci – stato ”espulso dal partito e mandato a lavorare in un cantiere edile a Pyongyang”.

fonte: Ansa

1 Commento

Archiviato in Accà e allà (notizie dall'area), Diritti incivili

La Cina si candida ad ospitare i mondiali di calcio del 2026

Dopo aver apprezzato il successo dei Mondiali di calcio in Sud Africa, la Cina ha deciso di entrare nella competizione per ospitare l’edizione del 2026. Il capo della Chinese Football Association (Cfa, la Federazione cinese) Wei Di ha dichiarato che “presto” chiederà al ministero dello sport l’approvazione per iniziare i passi formali necessari. “Siamo rimasti impressionati – ha spiegato – dai grandi benefici che ha portato al Sud Africa. Abbiamo visto come la Coppa del Mondo possa unire un paese e migliorare il suo calcio”. Wei ha affermato che “la Cina non ha alcuna ragione per non ospitare una Coppa del Mondo, ed il momento giusto è questo”. Il paese, ha aggiunto, è “perfettamente in grado” di assolvere il compito “in termini di stadi, servizi, organizzazione ed entusiasmo del pubblico, come hanno dimostrato le Olimpiadi di Pechino del 2008”.

1 Commento

Archiviato in Vita cinese