Archivi tag: inquinamento cianuro

Matrimonio troppo sfarzoso, rimosso funzionario

Un funzionario del partito comunista della periferia di Pechino e’ stato rimosso dal suo incarico per aver organizzato uno sfarzoso matrimonio per suo figlio. Lo riferisce l’agenzia Nuova Cina. Ma Linxiang, vice capo della commissione del villaggio di Qingheying, ha ospitato un lussuoso ricevimento per le nozze del figlio durato tre giorni durante la settimana della festa nazionale cominciata il 1 ottobre scorso. La cosa non e’ stata fatta passare sotto silenzio dalla commissione di ispezione e disciplina del villaggio. Uno dei ricevimenti si e’ tenuto domenica scorsa al centro convegni nazionale di Pechino, utilizzato per le manifestazioni delle Olimpiadi nel 2008. Secondo le autorita’ cinesi l’eccesso di sfarzo e lusso ha violato le recenti disposizioni governative secondo le quali bisogna combattere la stravaganza e lo spreco. Ma Linxiang ha dichiarato in una intervista di aver speso per il matrimonio del figlio circa 200.000 yuan (oltre 23.000 euro) in gran parte spesi per i banchetti mentre il resto delle spese sono state affrontate dalla famiglia della sposa. Una prima indagine non ha fornito prove circa un’eventuale reato di appropriazione indebita commesso dal funzionario.

Lascia un commento

Archiviato in sol dell'avvenire

Alto funzionario statale sotto inchiesta per corruzione

Wang Yongchun, vice direttore generale della China National Petroleum Corp., è stato messo sotto inchiesta per presunte “gravi violazioni della disciplina di partito” dall’ osservatorio anti corruzione del Partito Comunista. Lo riferisce l’agenzia di stampa Nuova Cina. Wang è anche il direttore generale della Daqing Oilfield Co., che gestisce il secondo più grande giacimento di petrolio del paese. Ingegnere, Wang, che conta oltre 30 anni di esperienza nel campo dell’industria del petrolio, è in ordine di tempo solo l’ultimo alto funzionario statale a finire sotto inchiesta. Il mese scorso Xu Long fu cacciato dal suo incarico di capo della China Mobile Comunication nella provincia meridionale del Guangdong anche lui per violazioni del codice di disciplina.

Lascia un commento

Archiviato in sol dell'avvenire

Miniera inquina fiume, arrestati funzionari governativi corrotti

La polizia cinese ha arrestato stamattina due funzionari dell’ufficio ambientale di Shanghang, nella provincia di Fujian, per collusioni con una miniera di rame dalla quale sono fuoriuscite perdite che hanno inquinato un fiume. Lo scrive il China Daily. I due, direttore e vicedirettore dell’ufficio ambientale Zinjinshan, hanno omesso di controllare e punire i vertici della Zijinshan Copper Mine dalla quale è uscito più volte materiale contaminato che, attraverso il fiume Tingjiang, ha inquinato anche la vicina provincia del Guangdong. Oltre loro, sono stati arrestati nei giorni scorsi altri tre funzionari, mentre i vertici della miniera si sono presentati alla televisione per chiedere scusa e promettere azioni. Lo scorso 3 luglio, 9.100 metri cubici di acqua acqua utilizzata per la pulizia delle scorie nella miniera e contaminata con rame, sono stati scaricati nel fiume. Altre contaminazioni sono avvenute venerdì scorso e ieri. Secondo le autorità, i vertici della miniera Zijin, d’accordo con funzionari corrotti del posto, non hanno dato seguito all’ordine di fermare le operazioni e di riparare il guasto emesso l’anno scorso, lasciando che la falla lasciasse ancora cadere rame nel fiume, inquinando le falde. Le autorità del Guangdong hanno innalzato il livello di allarme perché la chiazza inquinata su fiume sta minando le coltivazioni della provincia non solo con il rame, ma anche con il cromo. Per questo motivo è stato chiesto agli abitanti intorno al corso del fiume, di non bere l’acqua dello stesso. Sono oltre 60.000 le persone interessate dall’inquinamento. Non è la prima volta che la società mineraria è interessata da uno scandalo simile. Nel 2006, una rottura negli argini della miniera della Zinjin a Shuiyindong, nella provincia di Guizhou, rilasciò in un corso d’acqua residui di cianuro.

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili, sol dell'avvenire, Vita cinese