Archivi tag: first lady

Diventa professore universitario la stilista di Peng Liyuan

E’ diventata professore associato all’università di Suzhou, dove aveva studiato 21 anni fa, la stilista che veste la first lady cinese Peng Liyuan. Ma Ke è ritenuta la principale artefice dell’eleganza della moglie del presidente cinese Xi Jinping, lo “stile Peng” come viene chiamato, fatto di abiti semplici ma eleganti. La stilista ha raccontato di aver conosciuto l’attuale first lady cinese già nel 2002 tanto che poi disegnò, appositamente per lei, l’anno successivo, un abito per la serata di gala del festival di primavera, durante il quale Peng, cantante-generale dell’esercito cinese, si è sempre esibita. “Per la maggior parte delle persone – ha detto Ma Ke – Peng é una star, una famosa cantante e ora la moglie del presidente, per me è più come una sorella”. La vita di Ma non è molto cambiata da quando è diventata la stilista personale della first lady. Attualmente ha una nuova etichetta di moda, la Wu Yong, con un laboratorio a Zhuhai, nella provincia meridionale del Guangdong, dove produce le sue creazioni con tecniche tradizionali e eco-compatibili.

Lascia un commento

Archiviato in sol dell'avvenire, Vita cinese

Usa-Cina: niente incontro tra first ladies, Michelle Obama snobba Peng Liyuang

A Pechino le aspettative per il vertice californiano Obama-Xi sono elevate. Molte di queste erano riposte anche sull’atteso incontro tra Michelle Obama e Peng Liyuang, la popolare cantante moglie del presidente cinese. Ma la First Lady americana nel ranch di Sunnylands, scelto per il faccia a faccia tra i due potenti della Terra, non ci sara’. La moglie di Barack Obama a deciso di rimanere a Washington nella settimana in cui le figlie Malia e Sasha finiscono la scuola, e’ la motivazione ufficiale diffusa dallo staff della Casa Bianca. Ma – sottolineano gli esperti – la decisione di lasciare da sola la donna piu’ potente della Cina mentre i due presidenti discutono sui destini del mondo potrebbe rivelarsi un boomerang, e non essere presa per niente bene nel Paese asiatico. Almeno dall’opinione pubblica. ”E’ una decisione che provochera’ delusione e disappunto”, assicura sul New York Times Cheng Li, della Brookings Institution di Washington. ”I cinesi – aggiunge – sono molto sensibili a queste cose, e ci vogliono spiegazioni valide per giustificare una assenza del genere”. Anche il Washington Post esprime forti perplessita’ sul forfait annunciato da Michelle. ”Da un punto di vista americano – scrive il quotidiano – quella di non lasciar sole le figlie e’ una scusa banale. E’ chiaro che la First Lady non vuole fare da tappezzeria a un summit noioso”. Ma da una prospettiva cinese – prosegue il Post – la decisione di Michelle Obama ”e’ un inatteso atto di snobbismo, e potrebbe dare l’impressione che Washington non rispetta abbastanza Pechino”. E, cosa piu’ importante, potrebbe comportare un piccolo ma non necessario ostacolo alla creazione di quel clima di fiducia necessario prima che inizi un summit cosi’ delicato. Questo – spiega ancora il Post – perche’ Michelle Obama e’ considerata una star in Cina, e la sua presenza al summit era stata ampiamente anticipata dai media cinesi. La presenza di Peng Liyuang al fianco della First Lady americana a Pechino veniva vista come un successo personale per Xi. Risultato: ”Xi e i cinesi che seguiranno il summit potrebbero sentirsi offesi, proprio l’opposto dell’obiettivo che la Casa Bianca vuole raggiungere” col vertice californiano. Michelle Obama e Peng Liyuang sono due donne che stanno cambiando il ruolo della First Lady nei rispettivi Paesi, allontanandosi dai cliché tradizionali. Molti i punti in comune tra le due, a partire dall’età (50 anni per Liyuang 49 per Michelle). Entrambe madri e professioniste, sono nella classifica delle 100 donne più potenti del mondo stilata ogni anno dalla rivista Forbes.

fonte: ANSA

Lascia un commento

Archiviato in Accà e allà (notizie dall'area)

Tutti pazzi in rete per Peng Liyuan, prima firts lady “all’occidentale”

Qualche adulatore la chiama gia’ la ‘Carla Bruni cinese’ o addirittura la ‘Grace Kelly con gli occhi a mandorla’. Quel che e’ certo e’ che Peng Liyuan, moglie del nuovo presidente cinese Xi Jinping, ha conquistato molti cuori fra l’oltre miliardo di connazionali. Non che sia cosi’ sorprendente, del resto, tanto per il ruolo che ella ricopre quanto per la fama che la precede: la first lady di Pechino era infatti molto nota da tempo in Cina, rivestendo il grado di alto ufficiale dell’esercito dedita soprattutto al canto. I suoi concerti, le sue apparizioni al gala annuale trasmesso in televisione il giorno del capodanno cinese, l’hanno resa famosa in tutto il paese. Quasi piu’ di suo marito, che per arrivare ad essere l’uomo piu’ potente della Cina ha dovuto scarpinare lungo strade scoscese. Quando Xi Jinping e’ stato designato alla successione di Hu Jintao alla guida di partito e paese in molti pronosticavano dunque un ruolo importante per la consorte. E trascorsi pochi giorni dalla nomina, in occasione del primo viaggio istituzionale di Xi, a Mosca, Peng (che nella capitale russa ha cantato con il coro dell’Armata Rossa) si e’ subito proposta come un’icona del buon gusto in salsa cinese. Non appena la first lady e’ apparsa sulla scaletta dell’aereo presidenziale, la sua foto – in cappotto scuro con borsetta italiana al braccio e scarpe costose ai piedi – ha cominciato a fare il giro del web, twittata migliaia di volte sulla rete cinese. In molti sono rimasti inchiodati alla tv per vedere il suo debutto. ‘Finalmente abbiamo una first lady presentabile all’estero”, hanno poi scritto in rete. ”Se si guarda a come erano vestite Wang Yeping e Liu Yongqing (mogli defilate dei vecchi ‘mandarini rossi’ Jiang Zemin e di Hu Jintao, ndr), ti accorgi di come Peng sia piu’ attraente”, ha commentato qualcuno, apprezzandone lo stile da neo-borghese facoltosa. Anche se non manca chi le contesta la borsa Tods al braccio, soprattutto in epoca di spending review e di sobrietà imposta – almeno a parole – a tutti i funzionari del partito comunista dallo stesso Xi Jinping. Ma i commenti restano in genere favorevoli e sottolineano con entusiasmo la novità. Fino a ora le mogli dei presidenti cinesi vivevano in effetti all’ombra dei mariti, non avevano vita propria e quasi nessuno le ricordava. Dopotutto, Jiang Qing, vedova del piu’ importante di tutti, Mao Zedong, era stata a capo della famigerata banda dei quattro, provocando non poco imbarazzo. E anche per non rievocare questo episodio, le first lady cinesi hanno tenuto per anni un basso profilo. Ma Peng rappresenta una svolta. Su Taobao, il piu’ grande sito di e-commerce in Cina, già si vendono e vanno a ruba copie del suo cappotto, della sua borsa, delle sue scarpe. E la cosa sembra far gioco anche a Xi Jinping: qualcuno infatti ha cominciato a dire che anche lui, rispetto agli altri che lo hanno preceduto, appare piu’ ‘spendibile’ all’estero, vestito bene come solo Zhou Enlai, forse, sapeva fare. Intanto si comincia a romanzare sulla ‘sfida glamour’ che in futuro Peng avra’ con Michelle Obama. Mentre si levano voci a rimpiangere che Nicolas Sarkozy non sia piu’ all’Eliseo e sia cosi’ sfumata la chance di vedere un confronto fra la ‘Carlà cinese’ e quella originale.

Xi Jinping e Peng Liyuan scendono dall'aero arrl'arrivo a Mosca

Xi Jinping e Peng Liyuan scendono dall’aero arrl’arrivo a Mosca

Lascia un commento

Archiviato in sol dell'avvenire