Archivi tag: confuciuo

Per i cinesi, Confucio è l’ispiratore di Twitter

Ai suoi tempi internet certo ancora non esisteva. Eppure per i cinesi il padre di twitter e di weibo, il twitter cinese, sarebbe proprio lui, Confucio, il famoso filosofo cinese vissuto intorno al 500 Avanti Cristo. La quantomeno estrosa idea è venuta ad un blogger cinese che, esaminando le opere del filosofo che teorizzava la lealtà familiare, il culto degli antenati, il rispetto degli anziani da parte dei giovani, la famiglia come base del governo ideale, in un post dal titolo ‘Confucio e’ la prima persona che ha usato weibò, ha evidenziato come le modalità di espressione utilizzate dal filosofo cinese siano alla fine molto simili a quelle utilizzate nel linguaggio dei più comuni social network. E per dimostrare la sua idea, il blogger cinese ha usato in primo luogo i ‘Dialoghi’, l’opera che raccoglie tutto il pensiero di Confucio in aforismi, che sono formati da paragrafi brevi, costituiti da non più di 140 caratteri, proprio come i celebri ‘tweet’. Inoltre come fanno i giovani sui social network postando frasi brevi e spesso ad effetto, anche Confucio nei suoi Dialoghi esprime il suo pensiero e i suoi sentimenti in maniera concisa e racchiusa in poche parole e in concetti sintetici. E ancora: come i giovani di oggi, Confucio parlava con parole semplici, che hanno un impatto diretto, e come i giovani che nei tempi di oggi usano twitter e weibo aveva tanti seguaci, tanti ‘follower’, oltre 3000. Insomma le similitudini, reali o forzate, sembra ci siano davvero. E il ‘Confucio papa’ di twitter’ suscita simpatia nel web, scatenando commenti più o meno seri e facendo aprire discussioni. Non manca chi, con un po’ di malizia, ritiene che la trovata possa essere niente altro che un mezzo per agevolare un graduale ma forse ormai inevitabile sdoganamento dei social network nel paese del dragone. Facebook e twitter restano ancora bloccati dal governo cinese, preoccupato del fatto che rappresentino dei potenzialmente pericolosi veicoli di idee, ma c’é chi pensa che trovare una vicinanza sia pure solo concettuale tra i social network e Confucio possa pian piano contribuire a smussare gli angoli della reticenza del governo cinese nei loro confronti. Non manca tuttavia chi sostiene che avvicinare Confucio a twitter o ai suoi più o meno simili fratelli cinesi come weibo, sia una totale assurdità. Alcuni esperti inoltre hanno notato come non sia del tutto vero che i pensieri del noto filosofo cinese contenuti nei Dialoghi rimangano sempre nell’ambito dei famosi 140 caratteri. Ve ne sarebbero infatti alcuni che li superano.

2 commenti

Archiviato in Navigar m'è dolce in questo mare