Archivi tag: colonizzazione cinese dell’africa

Cina finanzia nuovo gasdotto in Tanzania

Arriveranno in prestito dalla Cina i soldi necessari per la costruzione di un gasdotto in Tanzania, da Mtwara, citta’ al sud del paese, alla capitale commerciale Dar es Salaam. Ad annunciarlo questa mattina e’ stato il ministro per l’Energia e i Minerali tanzaniano William Ngeleja che la prossima settimana volera’, insieme al suo collega ministro delle Finanze Mustafa Mkulo, a Pechino per formalizzare l’accordo che prevede da parte del governo cinese un investimento di circa un miliardo di dollari. I primi 300 milioni saranno utilizzati per realizzare impianti di trasformazione a Mnazi Bay. Il gasdotto, che sara’ interamente di proprieta’ del governo tanzaniano, dovrebbe far fronte alla cronica carenza energetica e alle continue interruzioni di corrente che minano la crescita economica del paese. Il Governo della Tanzania, infatti, intende spostare l’attenzione sugli investimenti in impianti termici alimentati a gas naturale e carbone che rappresentano il 55 per cento delle fonti di energia del paese.

Lascia un commento

Archiviato in 'E renare (i soldi, l'economia), Accà e allà (notizie dall'area)

I cinesi sfruttano gli operai in Africa. Sai che novità

Le aziende cinesi di costruzioni impegnate in lavori in Africa hanno respinto le accuse di maltrattamento dei lavoratori locali. Lo scrive il quotidiano cinese in inglese Global Times. La Camera di commercio dello Zimbawe ha accusato diverse aziende cinesi impegnate nel paese africano, di non rispettare i contratti di lavoro, sfruttare gli operai locali sia in termini di orari di lavoro che in termini di stipendi e non garantire la giusta sicurezza. A nome delle aziende cinesi impegnate nello Zimbawe, Ge Yizhong, vice general manager della Zim Nantong Construction, una delle più grandi aziende cinesi impegnate in Africa, ha respinto le accuse, parlando di invidia delle aziende locali nei confronti delle cinesi, che negli ultimi tempi si sono assicurate diverse commesse in Africa. La camera di commercio dello Zimbawe ha chiesto pesanti azioni contro le aziende cinesi che sfruttano, secondo loro, il lavoro, in quella che chiamano “una nuova colonizzazione”. La camera ha anche chiesto che il governo del paese africano non avalli le richieste cinesi, intervenendo invece a favorire e tutelare i lavoratori locali. Una importante lobby dello Zimbawe, l’Affirmative Action Group, ha scritto poco tempo fa al governo del comune di Harare, capitale del paese, chiedendo di non rilasciare più licenze a società straniere, specialmente i cinesi, dal momento che questi non portano vera ricchezza nel paese. Il volume di scambi tra Cina e Africa è passato da un miliardo di dollari negli anni novanta, al record di 106,8 miliardi nel 2008. Gli investimenti diretti cinesi in Africa sono saliti da 80 milioni di dollari nel 2003 a 1,36 miliardi nel 2009. Ma, nonostante tutto, si registrano diverse frizioni fra aziende e lavoratori locali, con aziende cinesi.

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili