Archivi tag: cause di lavoro

Operai ballano Gangnam Style per protesta su mancati stipendi

Un gruppo di operai, anche non piu’ giovani, ha ballato per strada il Gangnam Style per attirare l’attenzione dei media sui problemi della loro azienda e per protestare contro il mancato pagamento degli stipendi. Secondo quanto riferisce la stampa cinese, gli operai di un’azienda edile di Wuhan hanno deciso di effettuare una inusuale e pacifica forma di protesta contro il capo della loro azienda, debitore, a loro dire, di grosse somme di denaro verso gli operai e le loro famiglie. E cosi’ anziche’ marciare e urlare slogan, gli operai si sono trovati di fronte a un popolare locale della citta’ e hanno cominciato a ballare tutti insieme il Gangnam style, attirando l’attenzione dei passanti incuriositi, con lo scopo di finire sulle pagine dei giornali e mettere in evidenza i loro problemi. ”Il capodanno sta per arrivare – ha raccontato il capo del gruppo, Lu – e gli operai approfittando delle festivita’ vogliono tornare a casa, come tutti, ma se non hanno i soldi non possono farlo”. Lu ha raccontato che per cercare di diminuire l’ansia e la tensione tra gli operai diverse volte ha anticipato denaro fino a circa 10.000 yuan (oltre 1000 euro) di tasca propria ma finora il capo dell’azienda si e’ sempre rifiutato di rispondergli e di rimborsarlo. Secondo lo Shanghai Daily l’azienda sarebbe debitrice di una somma complessiva di 233.000 yuan (oltre 25.000 euro) nei confronti di 40 operai. Un operaio sessantunenne ha raccontato di dover ancora avere 20.000 yuan di salario arretrato (oltre 2.000 euro) mentre un altro, Luo, rivendica 9000 yuan (circa 1000 euro) che gli servono per coprire le spese scolastiche dei figli. ”Se non mi danno questi soldi – ha detto Luo – non solo non posso tornare a casa per le prossime festivita’ ma non posso nemmeno piu’ mandare i miei figli a scuola”. Il capo dell’azienda, dal canto suo, ha fatto sapere di trovarsi in difficolta’ economica non avendo ricevuto ancora dei soldi a lui spettanti per la costruzione di un edificio terminato a novembre.

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili