Archivi tag: cancro ai polmoni

Compagnia assicurativa offre coperture da inquinamento

Una compagnia assicurativa cinese offre polizze ai cittadini di Pechino contro i danni da inquinamento. Lo scrive il South China Morning Post. La People’s Insurance Company of China (Picc), la più grande del paese, offre indennizzi fino a oltre 2000 euro per coloro che, assicurati, dovessero ammalarsi a causa dell’inquinamento. I residenti a Pechino, e che abbiano tra i 10 e i 50 anni, possono sottoscrivere la polizza pagando tra i 10 e i 18 euro, venendo indennizzati con 12 euro al giorno se dovessero essere ricoverati in ospedale per almeno 15 giorni a causa di problemi respiratori e cardiovascolari. Un indennizzo di 35 euro viene offerto invece se il tasso dei pm 2.5, il particolato di diametro inferiore ai 2,5 micron (il cui limite fissato dall’Organizzazione mondiale della sanità è di 30 microgrammi per metro cubo), dovesse superare 300 per cinque giorni consecutivi nelle 12 centraline di monitoraggio di Pechino.

Lascia un commento

Archiviato in Polluzione (che dall'inglese significa l'inquinamento)

Aumentano casi di cancro dovuti all’inquinamento

L’incremento dei casi di cancro al polmone in Cina sarebbe collegato all’inquinamento e, secondo gli esperti, l’impatto dell’inquinamento sulla salute della gente potrebbe avere conseguenze persino peggiori di quelle provocate nel 2003 dall’epidemia di Sars. Lo riporta il quotidiano China Daily. ”C’e’ un incremento notevole dei casi di adenocarcinoma al polmone – ha detto Wang Ning, vice direttore del centro per la prevenzione e il controllo del cancro di Pechino”. Secondo Wang e altri esperti del settore, responsabile dell’incremento di questo tipo di cancro è proprio l’esposizione prolungata all’inquinamento. Zhong Nanshan, direttore dell’istituto per le malattie respiratorie di Guangzhou, ha aggiunto che, senza interventi tempestivi, la situazione andrà sempre peggio, potendo alla fine determinare conseguenze sulla salute della popolazione, persino peggiori di quelle causate dalla Sars nel 2003. Zhong ha aggiunto che l’inquinamento può essere responsabile anche di altri problemi come i parti prematuri. Secondo gli studi effettuati, infatti, ogni incremento di 10 microgrammi per metro cubo del particolato Pm 2,5 (cioè le particelle inferiori a 2,5 micron) determina un aumento dal 3 al 5% dei casi di nascite premature. Secondo gli esperti, le conseguenze dannose dell’inquinamento si verificheranno nell’arco dei prossimi 5-7 anni e consisteranno in un ulteriore aumento dei casi di cancro al polmone e delle malattie cardiovalscolari in genere.

Lascia un commento

Archiviato in Polluzione (che dall'inglese significa l'inquinamento)