Archivi tag: atp

Minacce a Federer per il Master di Shanghai, aumentata sicurezza

Saranno aumentate a Shanghai le misure di sicurezza per Roger Federer. che parteciperà dal 7 al 14 ottobre al Master 1000 Atp nella capitale economica cinese. Lo hanno deciso gli organizzatori del torneo, precisando di aver preso “sul serio” le minacce di morte nei confronti del campione svizzero apparse su un sito cinese nel quale si annuncia l’uccisione di Federer. “Il 6 ottobre ho intenzione di assassinare Federer allo scopo di sterminare il tennis” è il post scritto su Baidu, una delle più importanti piattaforme di microblogging cinese da un utente che si è firmato come “il fondatore della religione politeista del gatto blu 07”. Il farneticante annuncio è accompagnato da una foto in cui si vede il tennista inginocchiato su un campo con un boia alle spalle, armato di ascia. In un comunicato gli organizzatori assicurano di aver preso tutte le misure per garantire la sicurezza dei tennisti in generale e del numero 1 mondiale in particolare. Gli attacchi contro giocatori di tennis sono un fenomeno raro, ma il 30 aprile 1993 Monica Seles, allora numero uno del mondo, fu pugnalata in campo, ad Amburgo, da uno squilibrato che si dichiarò tifoso della tedesca Steffi Graf.

Lascia un commento

Archiviato in Vita cinese

Li Na rifiuta posto governativo

Li Na, la tennista cinese vincitrice del Roland Garros, ha rifiutato l’offerta di un posto nel governo della sua provincia natale, l’Hubei, nella Cina centrale. Lo scrive l’agenzia Nuova Cina. Li Na, 29 anni, è stata accolta da trionfatrice al suo ritorno in patria. Il governo dell’Hubei le ha consegnato un premio di 63 mila euro e le ha offerto il posto di direttore aggiunto del centro tennistico della provincia. “Non sono capace di dirigere altre persone, non riesco neanche a dirigere mio marito (che è anche il suo allenatore)”, ha risposto scherzando Li Na. “Inoltre, sono ancora una giocatrice in attività e non avrei il tempo di dedicarmi ad altri impegni”, ha aggiunto la tennista.

Lascia un commento

Archiviato in Vita cinese

Li Na, eroina del Roland Garros, fa impazzire il web in patria

E’ ormai diventata l’idolo di Cina la tennista Li Na, osannata al pari della superstar della pallacanestro Yao Ming, dopo la sua vittoria a Parigi alla finale del Roland Garros, che ha fatto di lei la prima tennista asiatica a vincere un titolo nel singolo. Secondo quanto riferisce l’Agenzia Nuova Cina la popolarita’ di Li e’ cresciuta di recente moltissimo nel paese, nonostante la sconfitta nella finale dell’Open di Australia nello scorso gennaio. Li Na aveva gia’ conquistato le prime pagine quando aveva vinto la semifinale contro Maria Sharapova. Oggi molti sono i giornali che dedicano l’apertura alla vittoria di Li Na (la finale e’ terminata in tarda serata in Cina quando molti giornali avevano gia’ chiuso), giocando con la vittoria della ”Cina rossa” sulla ”terra rossa”. La finalissima contro la campionessa italiana Francesca Schiavone, trasmessa in diretta dalla televisione di stato cinese, e’ stata vista da 95 milioni di persone, una cifra da record. Il blog di Li Na ha visto ieri notte aumentare i contatti di oltre 200.000 persone, arrivando a 2,07 milioni sui 470 milioni di internauti cinesi. In un messaggio c’era scritto che ”la vittoria appartiene a Li come a tutto il paese”. Altri internauti hanno scritto di essersi commossi fino alle lacrime assistendo alla partita. Sul China Daily, edizione on line, un commentatore ha scritto che ora ”il 4 giugno potra’ essere ricordato”, facendo riferimento alla ricorrenza del 4 giugno 1989, quando avvenne la strage di Tiananmen della quale Li Na, ha detto, rispondendo alla domanda di un giornalista, di non sapere nulla. Proveniente dalla citta’ di Wuhuan, nella Cina centrale, Li Na e’ considerata il simbolo dell’indipendenza delle donne cinesi della nuova generazione ed e’ acclamata come emblema del potere della Cina all’estero. Na Li e’ anche molto ammirata per il suo carattere forte. Nel 2008 diede vita ad un suo team scegliendosi l’allenatore e rispondendo in prima persona delle sue finanze. Secondo Wang Yifei, giocatore in un team provinciale di cui anche Li aveva fatto parte negli anni 90, ”la grande sorella Na” (come viene soprannominata) e’ un esempio per tutti perche’ e’ una donna forte, inflessibile e pertinace”. Il tennis e’ considerato uno sport di elite in Cina. Solo di recente il numero dei tennisti sta aumentando, ma la popolarita’ di questo sport rimane inferiore a quella della pallacanestro, del calcio e del ping pong.

1 Commento

Archiviato in Vita cinese