La Banca Centrale della Cina taglia il tasso di riserva obbligatoria delle banche. La seconda volta nell’anno

La banca centrale cinese ha annunciato il taglio delle riserve obbligatorie delle banche di un punto percentuale, il secondo atto del genere quest’anno. La misura sarà attiva da domani, alcuni giorni dopo la diffusioni dei dati sul primo trimestre dell’anno, il peggiore periodo da sei anni. Lo scorso 4 febbraio, il taglio delle riserve obbligatorie era stato di mezzo punto percentuale (al 19,5 per le grandi banche e al 16 per le piccole) e rappresentava il primo taglio del genere da maggio 2012. Con questa mossa, la banca centrale cinese spera che le banche possano mettere nel mercato più soldi (almeno 194 miliardi di dollari) sotto forma di prestiti e favorire i consumi. I dati sull’economia cinese diffusi la scorsa settimana, hanno mostrato che il gigante asiatico è cresciuto del 7% nel primo trimestre dell’anno, il livello più basso dalla crisi finanziaria del 2009.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...