Un uomo gira la Cina dal 2007 in cerca del figlio scomparso

Un uomo cinese sta girando dal 2007 tutto il paese alla ricerca di suo figlio scomparso nel nulla. Lo racconta la Bbc. Xiao Chaohua, aveva un negozio di abbigliamento quando nel febbraio del 2007 suo figlio Xiaosong di cinque anni, scomparve nel nulla dalla loro cittadina nella provincia meridionale del Guangdong. Da allora, l’uomo non si è dato pace, spendendo migliaia di euro, vendendo il suo negozio e acquistano un camper con il quale gira il paese in cerca di suo figlio, distribuendo volantini e manifesti. Xiaosong è solo uno dei 20.000 bambini che ogni anno, 400 a settimana, secondo stime del Dipartimento di Stato Usa, vengono rapiti. I motivi: vengono sfruttati come mendicanti, venduti per adozioni o per il lavoro minorile, o, peggio, per il traffico di organi. I piccoli, soprattutto maschi, vengono venduti intorno ai 14 mila euro. Il primo caso portato all’attenzione dei media in Cina, fu 12 anni fa, quando nella provincia del Guangxi, fu scoperto dalla polizia un autobus con a bordo 28 bambini rapiti che erano stati drogati per stare tranquilli e con la testa dentro sacchetti di nylon. Oggi è la rete la nuova frontiera di questo criminale commercio. Nel febbraio scorso una operazione della polizia portò all’arresto di 1.094 persone e il salvataggio di 382 bambini, venduti on line per le adozioni.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...