Niente maghi, astrologi e Feng Shui nello Shanxi in Cina, combattuta la superstizione

Campagna anti superstizione nella provincia settentrionale cinese dello Shanxi. Le autorità locali hanno infatti annunciato l’invio di ispettori soprattutto nelle aree rurali per porre fine a rituali tradizionali di sciamani, medicine alternative, astrologia, maghi, credenze e anche di Feng Shui, la pratica dell’allineamento l’ambiente circostante e l’universo. Come racconta la Nuova Cina, a coloro trovati a praticare queste “superstizioni”, sono previste pene severe, anche la detenzione. Polemiche soprattutto per la mossa contro il Feng Shui, l’antica arte cinese che, pur se ufficialmente vietato dai tempi di Mao (come il più importante testo sull’argomento, Choi Gen Po Tong Chinese Almanac) è da sempre largamente utilizzato soprattutto in fase di progettazione architettonica, facendo diventare i maestri di Feng Shui molto ricchi. Per rafforzare la lotta alla superstizione, le autorità dello Shanxi hanno anche deciso di organizzare una serie di convegni scientifici.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in L'oppio dei popoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...