Cina critica Usa sui diritti umani per i fatti di Ferguson

Un’associazione cinese ha chiesto ufficialmente agli Usa di rivedere i sui “doppi standard sui diritti umani” dopo l’uccisione del giovane nero Michael Brown da parte di un poliziotto a Ferguson nel Missouri. La Società cinese per i Diritti Umani, la più grande associazione del genere nel paese, ha diffuso un comunicato rilanciato dall’agenzia Nuova Cina nel quale afferma di “sperare che l’uccisione del ragazzo spinga gli Stati Uniti a riflettere sull’abitudine a puntare il dito contro il rispetto dei diritti umani negli altri paesi”. Per l’associazione, “il deteriorarsi della discriminazione razziale e dell’ingiustizia sociale negli Usa é una seria violazione dei diritti umani”. Secondo il comunicato, l’abuso di potere da parte della polizia americana è inoltre un fatto negativo e preoccupante. La Cina è sempre al centro del libro bianco sui diritti umani che ogni anno gli Usa pubblicano, accusando il paese del dragone di diverse violazioni a partire dalla situazione del Tibet e dello Xinjiang, oltre che del mancato rispetto di varie libertà fondamentali e dell’arresto di dissidenti.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...