Anche Mercedes indagata in Cina per pratiche anti monopolio

Dopo la Microsoft, anche un’altra grande azienda straniera, la Mercedes-Benz è indagata dalle autorità cinesi per presunte violazioni alle leggi del monopolio. Lo riferisce la stampa di Pechino. Investigatori dell’autorità cinese antitrust, la National Development and Reform Commission, hanno effettuato ieri una visita a sorpresa negli uffici di Shanghai del colosso automobilistico tedesco, sequestrando documenti, file e computer. Quasi tutto lo staff è stato posto ad interrogatorio così come la dirigenza, tenuta per molte ore sotto interrogatorio fino a tarda sera. Secondo indiscrezioni, nel mirino degli investigatori c’è il prezzo delle auto che la Mercedes-Benz ha imposto alle dealership in Cina e le politiche dei prezzi dell’azienda. Sotto pressione della stessa autorità cinese, la Mercedes è stata la prima a ridurre i costi del post-vendita per tutti i suoi modelli dal primo luglio scorso, tagliandolo del 20% per la maggior parte dei suoi modelli fino al 50% per alcuni. Domenica la casa di Stoccarda ha annunciato che taglierà del 15% il prezzo dei pezzi di ricambio dal primo settembre.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in 'E renare (i soldi, l'economia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...