La Cina respinge le acuse di Usa e Onu su Tiananmen

La Cina ha respinto il comunicato del governo americano e le dichiarazioni dell’alto commissario dell’Onu per i diritti umani sulle commemorazioni della strage di Tiananmen, avvenuta 25 anni fa. Per il governo cinese, il comunicato americano “mostra una totale ignoranza dei fatti relativi all’incidente del 4 giugno, perchè accusa senza motivi il governo cinese, interferendo in affari interni del paese e violando le norme basilari che regolano le relazioni internazionali”. Ieri, in occasione del 25mo anniversario della strage, l’ufficio stampa della Casa Bianca aveva diffuso una nota non solo per condannare gli arresti degli ultimi tempi, ma per onorare la memoria di quanti morirono il 4 giugno del 1989, deplorando “l’uso della violenza per zittire le proteste pacifiche intorno a Tiananmen”. La richiesta di liberazione dei dissidenti arrestati alla vigilia dell’anniversario, era arrivata qualche giorno fa anche da Navi Pillay, l’alto commissario Onu per i diritti umani. Il portavoce del governo cinese ha annunciato che Pechino ha presentato una solenne protesta nei confronti del governo americano, opponendosi anche al comunicato della Pillay che giudica “irrispettoso della sovranità cinese”.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...