Governo cinese blocca aperture nuove zone di libero scambio

Il governo cinese ha congelato tutte le richieste delle province per l’ apertura di Zone di libero scambio (Free Trade Zones o Ftz) sul modello di quella inaugurata quest’ anno a Shanghai. Secondo la rivista Outlook Weekly, pubblicata dall’ agenzia Nuova Cina, molte delle richieste sono state giudicate “incomplete” dal governo. He Manqing, direttore dell’ Istituto per gli investimenti stranieri di Pechino, affiliato al ministero del commercio, ha affermato che “alcuni governi regionali volevano prendere al volo l’ autobus delle Ftzàsenza aver capito cosa sia una Ftz e come debba essere gestita”. Una forte delusione e’ stata espressa dalla stampa del Guangdong, la regione industriale del sud il cui governo sta progettando da tempo una Ftz che colleghi la provincia alle vicine Speciali Regioni Amministrative di Hong Kong e Macao. La rivista sostiene che 20 richieste di apertura di Ftz sono state presentate nei mesi scorsi al governo.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in 'E renare (i soldi, l'economia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...