Tornano al lavoro gli operai della fabbrica di scarpe in sciopero da giorni

La maggior parte degli operai del colosso delle calzature Yue Yuen, in sciopero da oltre dieci giorni nella più grande manifestazione del genere in Cina, sono tornate al lavoro. Secondo Ong che si battono per i diritti dei lavoratori, riferiscono che diversi operai (chi parla del 60% chi dell’80%) sono tornati al lavoro dopo che l’azienda ha acconsentito a concedere alcune delle rivendicazioni degli operai. Altri invece sarebbero tornati al lavoro dietro pressioni delle forze di polizia, altri per la paura del licenziamento paventato dalla Yue Yuen. Non hanno ripreso il lavoro gli operai che sono impiegati in una linea di produzione della Nike, così che diverse migliaia di operai sono ancora per strada. Polizia in assetto antisommossa circonda l’enorme complesso industriale. Ieri il sindacato, che dipende dal partito comunista, aveva accolto le richieste degli operai, giudicandole legittime, intimando all’azienda di pagare gli arretrati, soprattutto l’assicurazione sociale, che è il maggior oggetto del contendere. Ma molti dipendenti non credono alla promessa dell’azienda e hanno dichiarato che fino a quando non vedranno i soldi versati, non ritorneranno al lavoro. In diverse strutture della fabbrica sono stati smantellati gli apparecchi che rivelano le presenze. Lo sciopero, in vigore dal 14 aprile, ha bloccato la produzione di grandi marchi come Nike, Reebok, Puma, Timberland e Adidas. Quest’ultima, in particolare, ha spostato parte della produzione altrove in Cina.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...