Si allarga protesta degli operai del colosso di calzature

Si allarga la protesta degli operai del colosso taiwanese delle calzature Yue Yuen: come i loro colleghi di Dongguan, nella provincia meridionale del Guandong, anche i dipendenti dello stabilimento di Ji’an, nella provincia orientale dello Jiangxi, sono scesi in strada a manifestare chiedendo migliori condizioni di lavoro. Lo riporta la stampa di Taiwan. Dalla settimana scorsa oltre 30.000 operai della Yue Yuen – gruppo che produce scarpe e parti di scarpe per colossi come Nike, Adidas, Reebok e altri – manifestano chiedendo il miglioramento delle condizioni di lavoro e soprattutto migliori assicurazioni sociali, in quella che è considerata la protesta più importante mai organizzata in Cina. Da domenica, oltre 2.000 operai della sede di Ji’an della fabbrica di proprietà del gruppo taiwanese Pou Chen, hanno aderito alle proteste. A Dongguan ed a Ji’an ci sono stati, secondo i media, scontri con le forze dell’ordine, con alcuni operai arrestati.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...