Rieletto tra polemiche capo villaggio della ribelle Wukan

Il leader dei “ribelli” di Wukan, il villaggio della Cina meridionale che ha ottenuto di eleggere liberamente i suoi rappresentanti dopo una drammatica battaglia contro i funzionari corrotti, e’ stato rieletto capo del governo locale. Lin Zuluan, 65 anni, ha prevalso sul suo ex-collaboratore Yang Semao che, insieme ad altri protagonisti della ribellione, lo accusa di essere troppo disposto al compromesso. Secondo le accuse Lin sarebbe pronto ad accordarsi con gli ex-leader locali del Partito Comunista, che erano stati allontanati dalle loro cariche perche’ accusati di essersi arricchiti vendendo illegalmente le terre appartenenti a tutto il villaggio. Semao e’ stato arrestato il mese scorso perche’ sospettato di “corruzione”. Appena e’ stato rilasciato e’ stato fermato con la stessa accusa un altro membro del comitato dei “ribelli”, Hong Ruichao. Un terzo membro del comitato di villaggio eletto nel 2012, Zhuang Liehong, e’ fuggito negli Usa, dove ha chiesto asilo politico affermando di temere l’ arresto. Nelle elezioni, che si sono svolte ieri, solo Lin Zuluan ha ottenuto piu’ del 50% dei voti ottenendo la riconferma a capo del comitato. Nei prossimi giorni i novemila elettori di Wukan torneranno alle urne per scegliere gli altri sei membri del governo locale

fonte: ANSA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...