Intellettuale uighuro accusato di separatismo

L’intellettuale uighuro Ilam Tothi, arrestato dalla polizia cinese in gennaio, è stato formalmente accusato di “separatismo”, un reato che può essere punito con la pena di morte o decine di anni di prigione. Lo ha annunciato sua moglie, Guzaili Nu’er. Tohti, 44 anni, insegna all’Università delle minoranze di Pechino. “E’ un’accusa senza fondamento, lui è semplicemente un professore”, ha sottolineato la donna. Da molti anni Tohti si batte per il rispetto dei diritti della minoranza etnica alla quale appartiene, quella degli uighuri. Tohti è anche il fondatore di un sito web di successo sulle relazioni tra gli uighuri e gli han, che in Cina sono il gruppo etnico maggioritario. Gli uighuri sono turcofoni e musulmani e vivono in grande maggioranza nella regione del Xinjiang (nordovest).

fonte: ANSA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...