Linkedin sbarca in Cina, on line versione in mandarino

Il social network americano LinkedIn, l’unico a non essere oscurato dalla censura cinese, ha lanciato una versione in Mandarino. Gli altri maggiori siti di comunicazione, come Youtube, Facebook e Twitter, sono bloccati dalla cosidetta Grande Muraglia di Fuoco, cioè un complesso sistema di censura della rete gestito da migliaia di esperti e basato sia su parole chiave che su interventi diretti dei censori, che scelgono i siti da bloccare. Jeff Weiner, l’amministratore delegato della compagnia, che è basata a Mount View in California, ha affermato in un a dichiarazione che LinkedIn “sostiene con forza la libertà di espressione”. Weiner ha aggiunto che la compagnia ha considerato a lungo il problema della censura in Cina, consultandosi con esponenti del governo di Pechino, con esperti americani e con gruppi umanitari. LinkedIn ha comunque dovuto accettare dei compromessi per operare in Cina. La versione in cinese, infatti, non permette di creare “gruppi di discussione” che potrebbero essere usati per contrastare il regime a partito unico. LinkedIn è usato sopratutto per contatti di lavoro tra professionisti e ha 277 milioni di membri sparsi in oltre 200 paesi.

fonte: ANSA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Navigar m'è dolce in questo mare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...