Bing, motore di ricerca di Microsoft, aiuta censura cinese

Il motore di ricerca di Microsoft, Bing, concorrente di Google, censurerebbe la ricerca di alcuni argomenti considerati sensibili nella sua versione cinese. Secondo quanto riferisce GreatFire.org, un’organizzazione costituita da avvocati che si battono per la libertà di espressione in Cina, nella versione cinese di Bing la ricerca di parole come ”Dalai Lama”, ”Falun Gong” o ”Tiananmen” risulta filtrata conducendo a risultati diversi da quelli ottenuti con la versione inglese (che ad esempio per il Dalai Lama rimanda, come primo risultato della ricerca, al sito ufficiale del leader tibetano). Rispondendo alle accuse, Microsoft, ha fatto sapere che è stato un guasto del sistema ad aver rimosso rimosso alcuni risultati di ricerca. Già in passato la società era stata criticata per aver censurato la versione cinese di Skype.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Taci, il nemico ci ascolta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...