Italia torna ad investire in Cina, nel 2013 +29%

Gli investimenti italiani in Cina tornano a crescere raggiungendo quota 316 milioni di dollari nel 2013, pari ad un incremento del 28,92% che recupera parzialmente il -36,62% del 2012. A sottolinearlo è il centro studi per l’impresa della Fondazione Italia Cina, in occasione del forum ‘Storie di successo italiane in Cina’, organizzato dalla fondazione in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Lo scorso anno l’export italiano in Cina è cresciuto di oltre 1,3 miliardi di dollari (+8,13% sul 2012), mentre l’import ha segnato un lieve incremento (+0,1 miliardi di dollari) dopo il calo di circa 8 miliardi del 2012. L’interscambio tra i due Paesi è passato da 41,91 miliardi a 43,33 miliardi di dollari, con una crescita del 3,38%, ma ancora distante dai 51,3 miliardi del 2011. In sette anni il forum ha coinvolto 40 aziende che hanno partecipato in qualità di relatori davanti a una platea di circa 700 persone. ”Tutti ce la possono fare in Cina”, è il messaggio del presidente della Fondazione, Cesare Romiti. ”Il successo – aggiunge – non dipende dalla dimensione o dal settore di appartenenza ma dalla visione strategica, dalla programmazione e conoscenza del mercato e dalle risorse umane e materiali impiegate”. Per il direttore generale di Intesa Sanpaolo, Gaetano Micciché, la Cina ”e’ strategica per la crescita del nostro Paese” e rappresenta ”un mercato di sbocco dall’enorme potenziale per le nostre imprese”. Intesa Sanpaolo e’ presente nel paese da oltre 30 anni: ”osserviamo con interesse l’elevato tasso di sviluppo di alcune regioni – conclude Micciché – e intensifichiamo le relazioni con le corporate cinesi che intendono investire o trovare partner commerciali in Italia”. Oggi durante il forum sono state presentate le esperienze di diverse aziende italiane, come Eldor (settore automotive, dal 2009 in Cina), Conveme (presente dal 2011 nel fotovoltaico), Cmr (specializzata nella progettazione integrata, in Cina dal 2003) e Grandi salumifici italiani Cina (dal 1995 produce salumi italiani destinati al mercato asiatico).

fonte: ANSA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in 'E renare (i soldi, l'economia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...