Il governo annuncia nuove 12 Free Trade Zone

Anche se quella di Shanghai non è ancora del tutto decollata e non ci sono ancora tempi e regole certe, il governo cinese ha deciso di aprire altre 12 zone di libero scambio sulla scia di quella inaugurata da qualche mese nella capitale economica cinese. L’intento del governo di Pechino è di avere sempre più territori dove poter sperimentare riforme economiche e finanziare da poter poi applicare all’intera economia del paese. La notizia dell’approvazione è stata diffusa dalla Nuova Cina che però non indica dove 10 di queste free trade zone saranno ubicate, oltre ad una a Tianjin nei pressi di Pechino e nella provincia del Guangdong. Secondo indiscrezioni, le altre dovrebbero essere ospitate nelle provincie dello Zhejiang, Shandong, Liaoning, Henan, Fujian, Sichuan, Guangxi e Yunnan, in città come Suzhou, Wuxi e Hefei. L’apertura lo scorso settembre della Shanghai Free Trade Zine è stata salutata dal governo cinese come un importante momento nella sperimentazione delle riforme. Nonostante gli annunci, non sono stati ancora definiti del tutto tempi e modi per le aziende interessate, tanto che la partecipazione di società straniere al momento è molto limitata.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in 'E renare (i soldi, l'economia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...