Pechino pone zona difesa aerea su isole contese, reagiscono Usa e Giappone

La Cina ha creato una ”zona di identificazione per la difesa aerea” nel Mar della Cina Orientale che comprende le isole Senkaku/Diaoyu, contese col Giappone. Dandone oggi l’annuncio, il ministero della difesa di Pechino ha precisato che i velivoli che entrano nella ”zona” dovranno fornire precise indicazioni sui loro piani di volo. Inoltre, dovranno ”mantenere aperte le comunicazioni e rispondere ”in modo rapido e chiaro” alle richieste di identificazione. In caso contrario, dovranno far fronte a ”misure difensive di emergenza”. Una mappa diffusa dall’ agenzia ufficiale Nuova Cina indica che la ”zona” comprende le isole, controllate dal Giappone ma rivendicate da Pechino, oltre ad aree molto vicine alle coste del Giappone e della Corea del Sud. La disputa sulle Senkaku/Diaoyu ha portato le relazioni tra le due potenze asiatiche al punto piu’ basso degli ultimi anni. Finora non ci sono state reazioni da parte del Giappone. Il ministero della difesa cinese ha aggiunto che ”i normali voli delle compagnie aeree internazionali sul Mar della Cina Orientale non saranno danneggiati in alcun modo”.
Gli Stati Uniti si dicono ”molto preoccupati” per l’aumento della tensione nel mare della Cina orientale, dopo che Pechino ha creato una ”zona di identificazione per la difesa aerea” nell’aerea che comprende le isole Senkaku/Diaoyu, contese col Giappone. ”Siamo molto preoccupati per gli sviluppi che segnano una escalation nella tensione regionale”, ha affermato in un comunicato Caitilin Hayden, portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca. ”Abbiamo espresso le nostre forti preoccupazioni alla Cina e ci stiamo coordinando strettamente con i nostri alleati e partner nella regione” si afferma ancora nella nota di Hayden. Allo stesso tempo, sulla questione e’ intervenuto anche il Pentagono, affermando che l’iniziativa di Pechino puo’ destabilizzare la situazione nella regione, ma gli Stati Uniti, si afferma in un comunicato, non cambieranno il loro modo di condurre operazioni militari nell’area. Il ministero della difesa di Pechino ha oggi annunciato che i velivoli che entrano nella ”zona” dovranno fornire precise indicazioni sui loro piani di volo. Inoltre, dovranno ”mantenere aperte le comunicazioni e rispondere ”in modo rapido e chiaro” alle richieste di identificazione. In caso contrario, dovranno far fronte a ”misure difensive di emergenza”.

fonte: ANSA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Accà e allà (notizie dall'area)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...