Per il Dalai Lama, l’uso della forza in Tibet ha fallito, Pechino dialoghi

La politica “dell’uso della forza è fallita” e ora la Cina “deve sviluppare un approccio di rispetto della cultura e del popolo tibetano”: lo ha affermato il Dalai Lama, intervistato in India dal Financial Times. “Sono ottimista, che mi amino o no, il problema tibetano è lì e non è solo un affare del Tibet, è anche un problema della Cina”. Il Dalai Lama si dice pronto a “convincere i tibetani che vogliono il separatismo” ad accettare forme di “genuina autonomia” per il Tibet all’interno dello Stato cinese. Rinviando ai suoi 90 anni, oggi ne ha 78, il tema della successione – invece che reincarnarsi in un bimbo potrebbe scegliere un successore mentre ancora in vita – il Dalai Lama ribadisce ai suoi seguaci che la via da seguire è quella della non-violenza. “Siamo buddisti, per noi il ricorso alla violenza sarebbe come suicidarsi”, conclude il Dalai Lama, al secolo Tenzin Gyatso.

fonte: ANSA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in 'O Tibbet e 'o munaciello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...