Ordigno esplode dinanzi all’ufficio provinciale del partito

Una persona è rimasta ferita in seguito allo scoppio di un ordigno esploso dinanzi all’ufficio provinciale del partito comunista di Taiyuan, capoluogo della provincia dello Shanxi. Lo scrive l’agenzia Nuova Cina. L’esplosione è avvenuta stamattina intorno alle 7.40 ora locale. Secondo le informazioni disponibili, le esplosioni, almeno sette, sarebbero state dovute a piccoli ordigni di fabbricazione artigianale, poste a Taiyuan nei pressi dell’ufficio provinciale del partito comunista cinese della provincia dello Shanxi, nella Cina settentrionale, non lontano da Pechino. Di queste esplosioni, una sarebbe stata più forte. Alcuni pezzi di alluminio sono stati trovati sul luogo dell’esplosione, ritrovamento che fa ritenere agli investigatori che si tratti di ordigni fatti in casa. Lunedì 28 ottobre a piazza Tiananmen, a Pechino, un’automobile con tre persone a bordo ha sfondato le barriere di sicurezza e si è schiantata, prendendo fuoco, sotto il ritratto del fondatore della Repubblica Popolare Mao Zedong, tra la folla: il guidatore ed i due passeggeri della vettura sono morti sul colpo, mentre due turisti, una donna filippina e un cinese, sono deceduti in ospedale. La polizia di Pechino ha indicato in cinque appartenenti alla minoranza uighura i colpevoli dell’attentato, definito terrorista.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Vita cinese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...