Breve comparsa del vescovo di Shanghai da un anno in “ritiro” forzato

Improvvisa e isolata comparsa in pubblico, qualche giorno fa, dell’arcivescovo di Shanghai, Thaddeus Ma Daquin, agli arresti domiciliari dal luglio 2012. Lo riferiscono fonti cattoliche. L’arcivescovo Ma ha partecipato a una cerimonia in memoria di Shen Baoyi, morto lo scorso 20 ottobre, in passato editore del Guangi Press, la prima casa editrice cattolica ammessa in Cina. Quando Shen era andato in pensione era stato sostituito proprio dall’allora padre Ma. L’arcivescovo di Shanghai si è fermato per poco, giusto il tempo di ricordare l’amico e collega, e di dare le condoglianze ai familiari presenti. Ma è stato confinato oltre un anno fa ad una sorta di arresti domiciliari nel seminario di Shanghai, ufficialmente “in ritiro spirituale”, dopo aver dichiarato le sue dimissioni dalla Chiesa patriottica cinese e la sua vicinanza alla chiesa di Roma. La sua pur breve uscita potrebbe significare che le autorità stanno allentando le restrizioni su di lui.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili, L'oppio dei popoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...