Prostitute usano web per dennciare funzionari pubblici in Cina

Molte le prostitute cinesi usano Internet per denunciare funzionari pubblici loro ex clienti. E’ quanto emerge da un rapporto del centro per il monitoraggio dell’opinione pubblica, diffuso sul sito del Legal Daily, secondo cui circa il 15,4% di un campione di ‘informatori online’ erano prostitute che denunciavano funzionari corrotti dopo aver rotto la relazione con loro. Gli altri ‘informatori’ erano uomini d’affari, giornalisti e cittadini. La percentuale maggiore è costituita, al 26,9%, da commercianti. Il rapporto si basa sull’analisi di casi avvenuti in Cina dall’inizio del 2013 che sono stati messi in evidenza da social media come Weibo (il twitter cinese) e Tianya. Obiettivo principale delle accuse oggetto delle denunce online sono stati in primo luogo i funzionari governativi (per il 76,9% dei casi). Il rapporto ha poi messo in evidenza come gli informatori usino sempre di più fotografie o video erotici per coinvolgere i funzionari pubblici e screditarli. Il 23,1% degli informatori sono però stati arrestati o comunque segnalati perchè sospettati di aver diffuso notizie false. Tra questi il giornalista Liu Hu, arrestato per aver diffuso online accuse non vere relative a un illecito compiuto da un ex funzionario di Chongqing.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Navigar m'è dolce in questo mare, sol dell'avvenire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...