Per la Cina il Dalai Lama ha violato i diritti dei bambini

La Cina accusa il Dalai Lama di violazioni dei diritti dei bambini, avendo orchestrato una campagna per le adozioni negli anni ’60 del secolo scorso degli orfani tibetani che orfani non erano. Secondo le accuse di un giornale svizzero riprese dal governo di Pechino e pubblicate sulla Nuova Cina, il Dalai Lama avrebbe strappato bambini dalle loro famiglie e, anche se non orfani, chiesto al mondo intero di adottarli per dare un futuro al Tibet. In Svizzera, come scrive il Neue Zuercher Zeitung, ripreso dalla Nuova Cina, e citato oggi dalla portavoce del ministero degli esteri di Pechino Hua Chunying in conferenza stampa, grazie all’interessamento del Dalai Lama e di un imprenditore svizzero, arrivarono circa 200 bambini in famiglie e in un istituto di Togren. Ma solo 19 di questi sarebbero stati veri orfani. “Le azioni del Dalai Lama – ha detto oggi la portavoce del governo di Pechino – hanno calpestato i diritti individuali dei bambini e violato pubblicamente l’etica e la morale comune. Tutti coloro che amano la giustizia dovrebbero condannare tali atti”. Ieri la Cina aveva reagito con forza alla notizia che una corte spagnola ha aperto un procedimento per genocidio nei confronti degli ex presidenti Hu Jintao e Jiang Zemin per la loro condotta sul Tibet e nei confronti dei tibetani. Hua Chunying ha detto in conferenza stampa che nessuno può interferire nelle faccende interne della Cina e che l’intento dei tibetani è quello di distruggere le relazioni della Cina con gli altri paesi.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in 'O Tibbet e 'o munaciello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...