Processo a disabile che mise bomba in aeroporto Pechino

E’ iniziato a Pechino il processo contro Ji Zhongxing, l’uomo sulla sedia a rotelle che lo scorso 20 luglio fece esplodere una bomba artigianale al terminal tre dell’aeroporto internazionale di Pechino. L’esplosione non fece vittime ma lo stesso Ji fini’ in ospedale e un poliziotto rimase leggermente ferito. L’uomo e’ paralizzato dal 2005, a suo dire a causa di serie lesioni procurategli da agenti di sicurezza che lo avrebbero percosso ripetutamente nella città di Dongguan, nel sud della Cina. Proprio per questo aveva deciso di manifestare. Ji è ora accusato di aver minacciato la sicurezza pubblica e rischia da tre a 10 anni di carcere. Secondo quanto ha riferito la stampa locale, Ji ha detto di essere pentito del suo gesto e ha chiesto alla corte di “dargli un’altra possibilità”. Il caso ha suscitato tra la gente le reazioni più disparate. Mentre non mancano coloro che invocano una giusta punizione per lui, molte persone hanno espresso nei suoi confronti anche sentimenti di pietà e comprensione. “La società dovrebbe farsi carico della sua tragedia – ha scritto su weibo, il twitter cinese -, un utente”.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...