Due funzionari cacciati dal partito per la corruzione

Non si ferma la furia delle epurazioni da parte delle autorità cinesi nei confronti di funzionari ritenuti corrotti. Oggi è stata la volta di due alti papaveri regionali ad essere espulsi dal partito ed essere messi sotto inchiesta per “sere violazioni di disciplina”, la formula usata per intendere la corruzione. Il primo a cadere, secondo quanto riferisce il neonato sito della Commissione centrale del partito per l’ispezione e la disciplina, è stato Wang Suyi, ex alto funzionario della provincia autonoma della Mongolia interna. Secondo le prime indagini, Wang avrebbe accettato tangenti e regalie per se’ e i suoi familiari. Nella rete dell’anticorruzione è caduto poi Li Daqiu, ex vice presidente del comitato del Guangxi della Conferenza Politico-Consultiva ed ex capo del sindacato provinciale. Questi due sono gli ultimi di una serie di funzionari rimossi in seguito alla campagna promossa dal presidente cinese e segretario del partito Xi Jinoping contro la diffusa corruzione nella nomenklatura.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in L'oppio dei popoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...