Tre tibetani condannati per aver favorito immolazioni

La Cina ha condannato a due anni di carcere, dopo un processo avvenuto segretamente, tre tibetani accusati di aver avuto un ruolo in una serie di autoimmolazioni e proteste avvenute in Tibet. Lo riferisce il sito Phayul. I tre fanno parte di un gruppo di persone arrestate lo scorso anno. Un quarto tibetano è attualmente detenuto senza aver subito un processo. Uno dei tre condannati, Tsondue Choeden, è accusato di aver istigato un uomo ad immolarsi per la causa tibetana lo scorso 8 novembre. Gli altri due invece sono accusati di aver preso parte a una serie di manifestazioni contro il dominio cinese e in particolare per aver tolto la bandiera cinese durante una di queste manifestazioni. Il quarto, in arresto finora senza processo, secondo le accuse, avrebbe anche riempito di benzina il serbatoio del motorino di un tibetano che poco dopo si è dato fuoco.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in 'O Tibbet e 'o munaciello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...