Per Zonin sul vino in Cina non è tutto oro quello che luccica

‘Ottimismo’. E’ quanto esprime il presidente dell’Unione Italiana Vini (Uiv) Domenico Zonin in partenza per Bordeaux ”alla luce dei buoni incontri avuti al Salone dei vini e degli alcolici’ in corso. Tuttavia, ha segnalato l’imprenditore veneto, ”il boom della Cina si sta sgonfiando per i francesi che sono stati i primi a puntare sul gigante asiatico. E questo dimostra che il vino italiano che ha lavorato in maniera prudente e diversificata su diversi mercati esteri ha fatto bene a non inseguire tendenze modaiole. Anche questa edizione del Vinexpo – secondo Zonin – ha dimostrato che con la Cina si comincia a vedere che non e’ tutto oro quello che luccica. Le ‘vendite en primeur’ dei blasonati vini bordolesi, ad esempio, sono andate di molto sotto le aspettative”. Diverso e’ il discorso con l’India a giudizio di Zonin. Anche come azienda ho avuto promettenti contatti con un Paese che dopo il fascino del whisky si sta interessando al vino. Un comparto su cui punta anche il governo indiano che sta incentivando gli investimenti nel settore vitivinicolo in due regioni in particolare e che sta incentivando campagne di comunicazione sul bere moderato il vino, e non inseguire tendenze di consumo iperalcoliche.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in 'E renare (i soldi, l'economia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...