Vino italiano protagonista a fiera Guangzhou

L’Italia assoluta protagonista di Interwine, la fiera che da oltre 10 anni riunisce il meglio della viticoltura mondiale a Guangzhou, l’ex Canton. Oltre 100 aziende vitivinicole italiane, raccolte nella collettiva Good Italian Wine, organizzata dalla rivista Il Mio Vino, hanno rappresentato il maggior numero di aziende di un paese a quella che è considerata una delle più importanti fiere del settore. Una scelta strategica, quella di Il Mio Vino, che per una così nutrita presenza di aziende italiane, la più numerosa partecipazione di aziende di un singolo paese nei dieci anni di Interwine, ha deciso di posizionarsi non a Pechino o Shanghai, piazze oramai sature sia di domanda che di offerta oltre che di appuntamenti fieristici, ma a Guangzhou, la ‘fabbrica della Cina’, la città fieristica cinese per eccellenza che, di fronte a Hong Kong, copre l’importante area meridionale cinese che sta crescendo a ritmi vertiginosi. Qui, in città come Chengdu o Shenzhen (capitale dell’elettronica che gode anche di agevolazioni tariffarie e doganali) la domanda di cibo e soprattutto vino italiano è in costante aumento, così come la crescita dei nuovi ricchi. Non a caso, parlando qualche giorno fa a Pechino, il presidente dell’agenzia Ice, Riccardo Monti, aveva sottolineato la necessità per le aziende italiane, di esplorare il mercato cinese attraverso le cosiddette città di seconda e terza fascia. Importanza dell’area sottolineata anche, nel saluto all’inaugurazione, il console generale italiano a Guanzhou Benedeetto Latteri. “Abbiamo fatto una scelta in prospettiva – spiega Gaetano Manti, presidente della società editrice de Il Mio Vino e organizzatore della presenza italiana alla fiera cantonese – guardando soprattutto a quella parte di mercato cinese che sta crescendo perché ancora non troppo sfruttato. E lo abbiamo fatto in forze, ma soprattutto contando sui nostri mezzi, senza aiuti pubblici”. Una presenza a Guangzhou, quella de Il Mio Vino che non vuole essere sporadica. Per questo è stato aperto un ufficio per accompagnare le aziende italiane, presto ci sarà anche uno show room e saranno organizzati eventi in tutto il paese. “Non solo – conclude Manti – ma vogliamo anche istruire il cliente cinese, unica strategia vincente per vendere bene il nostro vino. Per questo organizziamo seminari e corsi ed è ormai una realtà importante nel panorama editoriale specializzato cinese sul vino, la nostra rivista tradotta in mandrino”.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in E' bell'o magnà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...