Madri Tiananmen: con Xi Jinping torna maoismo

Il nuovo presidente cinese Xi Jinping non solo non ha introdotto riforme significative nel sistema politico, ma sta “portando il Paese indietro, verso l’ortodossia maoista”. Lo affermano le ‘Madri di piazza Tiananmen’, gruppo di donne che da oltre 20 anni cercano di ottenere una revisione del giudizio negativo espresso dal Governo e dal Partito comunista cinese sul movimento studentesco del 1989. L’esercito cinese mise fine al movimento nella notte tra il 3 e il 4 giugno di quell’anno, sgombrando la piazza centrale di Pechino occupata dagli studenti con un’operazione che costò centinaia di morti. Il Pcc ha definito “controrivoluzionario” il movimento e non ha mai fornito un conto esatte delle vittime, cosa che le ‘Madri’ stanno cercando di fare. Secondo l’organizzazione umanitaria internazionale Dui Hua (Dialogo), l’unica che ha accesso alle carceri cinesi, “un pugno” di persone è ancora in prigione in seguito alla repressione del 1989. In un comunicato diffuso oggi attraverso il gruppo umanitario Human Rights Watch, le Madri di Tiananmen accusano Xi Jinping di non aver “riflettuto o mostrato il minimo rimorso per i peccati commessi in tre decenni di comunismo maoista. Quello che vediamo, al contrario, sono passi giganteschi verso un ritorno all’ ortodossia maoista”, affermano le Madri.

fonte: ANSA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...