Vietate maschere e T-shirt per evitare manifestazioni

Vietate a Kunming, nella provincia meridionale dello Yunnan, magliette bianche e maschere, per evitare che ci siano nuove proteste contro una fabbrica petrolchimica che ha gia’ portato per strada due volte i cittadini preoccupati per l’impatto ambientale. La notizia si sta diffondendo sui microblog, dopo la pubblicazione sul Southern Metropolis Daily, provocando non poche proteste. L’intento della regolamentazione governativa e’ quello di evitare manifestazioni durante il China-South Asia Expo che si terra’ a Kunming dal 6 al 10 giugno. Per questo, coloro che vogliono comprare maschere devono presentare un documento di riconoscimento. Il divieto di vendita delle T-shirts bianche, invece, vuole prevenire che i manifestanti possano sfilare con messaggi scritti sulle magliette. Il nuovo impianto petrolchimico, che per quattro giorni porto’ i cittadini di Kunming in piazza il 16 maggio scorso per la seconda volta, dovrebbe sorgere nella citta’ di Anning, a circa 50 chilometri da Kunming. La gente teme soprattutto che la prevista produzione di paraxilene, un agente chimico molto usato nella produzione della plastica, possa avere effetti cancerogeni sulla popolazione che vive nella zona.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili, Polluzione (che dall'inglese significa l'inquinamento)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...