Bimbo di otto anni per quattro anni in prigione segreta

Un ragazzino di otto anni è stato tenuto per quattro anni in una prigione segreta. Lo rivela il gruppo Chinese Human Right Defenders. Nel 2009, un uomo, Chen Fengqiang, è stato condannato a tre anni di carcere dopo le sue proteste contro la demolizione forzata della propria abitazione da parte delle autorità. Per evitare che sua moglie potesse protestare, le autorità l’hanno rinchiusa, insieme a suo figlio avuto da una precedente unione, in una prigione segreta a Zhuai, nella provincia del Guangdong. Il piccolo, Chen Ya, a quattro anni ha subito così la sorte della mamma, cosa che ha causato in un ritardo che gli impedisce di parlare e di tenere oggetti nella mano. A gennaio, il piccolo e la mamma sono stati liberati mentre poco tempo fa sia il padre che l’attivista disabile Xiao Qingshan, che protestavano, sono stati presi in custodia. Al momento non si ha nessuna notizia di questi due.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...