Espulso dal partito per tangenti vice presidente della Banca dell’Agricoltura

Yang Kun, ex vicepresidente dell’importante banca cinese Agricultural Bank of China, è stato espulso dal partito e rimosso da qualsiasi carica pubblica, in seguito a violazioni sulla disciplina, relative a tangenti. Lo scrive in un comunicato la Commissione centrale per l’ispezione e la disciplina del Partito comunista cinese. Secondo le indagini, l’uomo ha usato la sua posizione per ottenere cospicue tangenti. La banca, che è il terzo più grande istituto bancario cinese per valore di mercato, aveva già annunciato l’anno scorso che Yang, in baca da oltre 20 anni, era sotto indagine, pur non spiegando da chi. Dell’uomo, che si è dimesso dai suoi incarichi a luglio, si occupano ora le autorità giudiziarie e rischia molto. Yang è l’ultima vittima della furia anti corruzione messa in campo dall’attuale presidente Xi Jinping che ha visto la settimana scorsa cadere nella rete anche il vicepresidente della commissione nazionale di sviluppo e riforme.

Lascia un commento

Archiviato in sol dell'avvenire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...