La vittoria di Alonso è “fa-vo-lo-sa”, festa in casa Ferrari

La felicita’ della Ferrari per la vittoria in Cina di Alonso e’ tutto in quel ‘Favoloso’ scandito ad ogni sillaba dall’ingegnere di pista dell’asturiano dopo lo sventolio della bandiera a scacchi. Non poteva essere diversamente: l’ultima vittoria dodici gran premio fa in Germania l’anno scorso, l’ultima volta di Fernando in Cina nel 2005, vittoria di quest’anno ottenuta un anno dopo la peggiore prestazione della stagione in corso, sempre in Cina. I motivi per festeggiare sono tanti: le novita’ aerodinamiche testate hanno funzionato bene, la vettura ha mostrato un migliore passo rispetto alle avversarie e Alonso ha controllato la gara. Ad un certo punto dal muretto, preoccupati per l’usura delle gomme, hanno chiesto ad Alonso di non spingere e lui, di risposta, ha detto di non star spingendo. Segno di una macchina che va, finalmente, non dovendosi solo basare sulle sole qualita’ del pilota. Alonso si e’ accontentato di controllare la gara, portando a casa la sua 31ma vittoria che lo porta al quarto posto (insieme a Mansell e dietro Senna) nella classifica generale delle vittorie dei piloti. ”Tutto e’ andato bene – ha detto Alonso in conferenza stampa – gara fantastica, anche le gomme hanno risposto meglio di quello che credessimo. C’era qualche pressione a finire la gara dopo la Malesia e abbiamo fatto il massimo. La prestazione dell’auto in gara ci ha detto che ancora abbiamo del potenziale da sfruttare in Bahrein. Ma non e’ stata una gara facile, conmmenti rischiosi che abbiamo gestito bene. Ma la direzione e’ giusta”. Visibilmente deluso Felipe Massa che, dopo buone libere, aveva addosso il peso mediatico di essere l’unico a star riuscendo a battere per cinque qualifiche di fila il compagno di scuderia. Traffico dopo il primo pit stop, tra l’altro rallentato, gli hanno fatto perdere due posizioni. ”Ma il problema fondamentale – ha detto Massa – e’ stato il grainig sull’anteriore che non mi permetteva di avere il passo perche’ peggiorava ogni giro, rendendomi lento il passo. Ho sofferto molto per questo, son leggero sull’anteriore e non sono riuscito a pulirle magari come fanno altri. Non ho mai avuto un problema del genere di graining in nessuna altra pista. Senza questo avrei lottato tra i primi, avevo un potenziale da podio. Ho fatto ottimi tempi con la soft, ma ho sofferto anche nei giorni precedenti con le medie”. Problema di graining sottolineato come il fattore che ha impedito a Massa di fare risultato, anche da Stefano Domenicali, team manager del Cavallino Rampante. ”La previsione di strategia con queste gomme era giusta. Abbiamo sofferto un po’ di piu’ con le hard rispetto alle altre mescole. La capacita’ di gestire le gomme e’ fondamentale, non siamo riusciti a massimizzare il giro secco. Le novita’ introdotte hanno funzionato e ce ne saranno sicuramente altre. Bisogna comunque migliorare le qualifiche per partire davanti. Al momento comunque non possiamo dare giudizi definitivi su come stiamo, siamo in miglioramento, ma e’ presto. Io non guardo agli altri, bisogna stare attenti, in un contesto come quello di adesso e’ facilissimo”.

Lascia un commento

Archiviato in Folza Napoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...