Verso il Conclave: in Cina si prega (in silenzio) per rapporti normali con Roman

Sulla collina a occidente della capitale economica cinese, dove dal 1863 si staglia il santuario (divenuto tale nel 1942) di Nostra Signora di Sheshan, l’aria non è inquinata come nella metropoli Shanghai di cui fa parte, ma è pesante. L’atmosfera è surreale alla vigilia del Conclave che eleggerà il nuovo Papa di Roma: da un lato sembra di partecipare ad un normale pellegrinaggio in qualsiasi santuario mariano del mondo con pellegrini, bancarelle, venditori, oggetti sacri. Dall’altro, però, senti gli sguardi della gente, dei custodi, e di coloro che si chiedono se quell’occidentale con macchinetta fotografica e che ogni tanto scambia qualche parola con i fedeli, sia solo un turista. Sheshan è il centro del cattolicesimo cinese, l’unico santuario mariano del genere in tutta la terra di mezzo. Nel 2008 Papa Benedetto XVI compose la preghiera alla vergine di Sheshan, affidando a lei, venerata come ‘aiuto dei cristiani’, le sorti della Chiesa in Cina. A lei l’anno prima, il 27 maggio del 2007, lo stesso papa dimissionario ha affidato la Cina cattolica quando scrisse la famosa “lettera ai vescovi, ai presbiteri alle persone consacrate e ai fedeli laici della Chiesa Cattolica nella Repubblica Popolare Cinese”, chiedendo che la ricorrenza della Madonna di Sheshan, il 24 maggio, diventasse in tutto il mondo giornata di unione e preghiera per la Chiesa in Cina. Non lontano dalla basilica minore che ospita la statua della Madonna di Zose (il modo con cui in dialetto shanghainese si pronuncia Sheshan), c’é anche il seminario dove è ospitato da luglio in ‘ritiro spirituale’ il vescovo Taddheus Ma Daqin, ex vescovo ausiliario di Shanghai, consacrato il 7 luglio 2012 con il consenso papale e che il giorno stesso dell’ordinazione annunciò le sue dimissioni dalla sua carica in seno all’Associazione della Chiesa Cattolica Patriottica cinese (Cpa), per concentrarsi meglio sul suo ministero. Da allora è li dentro, senza contatti con l’esterno, di fatto detenuto. A dicembre gli fu revocato il mandato di vescovo ausiliario di Shanghai. Dallo scorso mese di novembre, non è neanche aggiornata la sua pagina sul servizio di microblog cinese Weibo sia su un altro social network sempre di Sina. Di lui non si sa nulla. L’accesso al seminario è off limits per tutti, anche per coloro che si spacciano per turisti. Veniamo gentilmente respinti. Bocche cucite anche fra i pellegrini, nessuno parla. Due anziani, con gli occhi, ci fanno notare un paio di telecamere posizionate nell’area del santuario. L’atmosfera nella basilica è strana, diversi visitatori cinesi fanno molta confusione, si avvicinano il più possibile alla statua della Madonna che tiene il Bambino in alto per fare foto, si alternano dinanzi ai quadri e agli altari. In alcuni angoli, invece, altri pregano. Una donna, con voce bassa, ci dice di stare pregando per la Chiesa, per il nuovo papa, sotto il quale spera possano normalizzarsi i rapporti con la Cina. Non è un momento semplice per la chiesa cattolica a Shanghai. Oltre alla situazione del vescovo Ma, c’é anche quella di Aloysius Jin Luxian, il vescovo 97nne che ha trascorso diversi anni in carcere e che, pur essendo presidente onorario della Chiesa patriottica e della conferenza dei vescovi cinesi (non in comunione con Roma), chiese ed ottenne il riconoscimento del Vaticano. Ha lavorato molto per il riavvicinamento con la Santa Sede, è un punto di riferimento per i cattolici cinesi. Purtroppo in questo periodo é gravemente ammalato. Anche per lui si prega a Sheshan.

Lascia un commento

Archiviato in L'oppio dei popoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...