Giornata diritti umani, domiciliari a dissidente Hu Jia

Il dissidente cinese Hu Jia e’ stato messo agli arresti domiciliari in occasione della Giornata internazionale dei diritti umani, che si celebra oggi. ”La polizia mi ha imposto il domicilio coatto fino a martedi’, per evitare che parli con i giornalisti stranieri”, ha affermato lo stesso Hu Jia in una dichiarazione. Hu, 39 anni, noto per aver per primo creato i centri di sostegno ai malati di Aids – una malattia che in Cina viene contratta soprattutto con le trasfusioni di sangue e non per via sessuale – ha trascorso tre anni e mezzo in prigione per ”sovversione” ed e’ stato rilasciato nel giugno del 2011. La Giornata dei diritti umani e’ imbarazzante per Pechino, che continua ad imprigionare i dissidenti spesso con processi sommari e in violazione delle stesse leggi cinesi. Tra i detenuti cinesi ”scomodi” c’e’ il premio Nobel per la pace del 2010 Liu Xiaobo, che sta scontando una condanna ad 11 anni, anche lui per ”sovversione”. Un altro cittadino cinese, lo scrittore Mo Yan, ritirera’ oggi a Stoccolma il premio Nobel per la letteratura.

fonte: ANSA

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...