Camera Commercio europea chiede libero accesso a mercato

Il modello di sviluppo della Cina, basato sugli investimenti pubblici e sulle esportazioni, ha dato quello che poteva e ora solo una concorrenza veramente libera puo’ portare ad una nuova fase di crescita. E’ quello che sostiene la Camera di Commercio Europea in Cina, che ha presentato oggi il suo rapporto annuale. Il ”’vecchio’ modello – ha ricordato il presidente della Camera Davide Cucino – ha provocato 30 anni di crescita impetuosa e ha portato milioni di persone fuori dalla poverta’ ma ora non e’ piu’ sostenibile a causa della sua natura, che favorisce le ineguaglianze”. ”Ora che i frutti maturi sono stati raccolti e che i guadagni di produttivita’ sugli investimenti sono piu’ difficili, e’ necessaria una salutare concorrenza, che assicuri un’ efficiente uso del capitale e incoraggi gli investimenti di capitale privato, oltre a far aumentare redditi e consumi e, cosa ancora piu’ importante, permetta l’innovazione”. Secondo Cucino ”l’approccio della Cina agli investimenti stranieri continua ad essere concepito con un atteggiamento mentale anacronistico”. ”Per realizzare un nuovo modello di crescita ed evitare la trappola del reddito medio, il pregiudizio contro gli investimenti privati stranieri e nazionali deve essere abbandonato”, ha aggiunto. Fondata nel 2000, la Camera di Commercio Europea in Cina ha oggi 1700 soci e sedi in nove citta’ cinesi.

fonte: ANSA

Lascia un commento

Archiviato in 'E renare (i soldi, l'economia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...