Espulso dal partito ex ministro delle ferrovie

L’ex ministro cinese delle ferrovie, Liu Zhijun, e’ stato espulso dal partito comunista cinese. Lo riferisce l’agenzia Nuova Cina, spiegando che Liu e’ stato espulso ”per gravi violazioni” riscontrate dalla commissione disciplinare del partito. Liu Zhijun, ex ministro delle ferrovie e Zhang Shuguang, vice capo degli ingegneri del ministero degli esteri, furono rimossi dal loro incarico per ”gravi violazioni di disciplina” a febbraio dell’anno scorso, prima che venisse inaugurata, il primo luglio, la linea ad alta velocita’. Contro di loro l’accusa di aver preso tangenti per velocizzare il progetto della rete e soprassedere sulla sicurezza delle ferrovie. Lo scorso 23 luglio un treno ad alta velocita’ si scontro’ con un altro che era fermo sul binario nei pressi della citta’ di Wenzhou, nella provincia orientale cinese dello Zhejiang, uccidendo 40 persone tra le quali l’italiana Assunta Liguori. All’inizio dell’incidente fu accusato il sistema di segnalazione, ma a novembre l’ultimo passo investigativo, indico’ nell’errore umano, in difetti nel sistema di controllo del funzionamento dei treni e negli inadeguati interventi di emergenza delle autorita’ ferroviarie, le cause dell’incidente.

Lascia un commento

Archiviato in sol dell'avvenire, Vita cinese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...