Pechino chiede a Tokyo di bloccare riunione Uighuri

La Cina ha chiesto al Giappone di non consentire una riunione a Tokyo del Congresso mondiale degli uighuri, un’ organizzazione di esuli dalla provincia cinese del Xinjiang che Pechino accusa di secessionismo, in calendario a maggio. Lo ha affermato oggi il portavoce del ministero degli esteri cinese Liu Weimin, secondo il quale l’ organizzazione “é dedita ad attività dannose per la sovranità e l’ integrità territoriale della Cina”. Gli uighuri, turcofoni e musulmani, sono gli abitanti originari del Xinjiang, nel nordovest della Cina, e oggi sono il 40% degli abitanti della provincia, dove la maggioranza è composta da immigrati cinesi. Gli esuli uighiri accusano Pechino di praticare una politica repressiva e sostengono di essere cittadini di serie “b”, rispetto ai cinesi dell’etnia maggioritaria degli han. Rappresentanti dell’ organizzazione hanno precisato che alla riunione prenderanno parte un centinaio di delegati uighuri e alcuni uomini politici giapponesi, dei quali non hanno fatto i nomi.

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...