Cinesi interessati ad aziende europee e corrono in soccorso della Gran Bretagna

Il ministro del commercio cinese Chen Deming ha intenzione di portare l’ anno prossimo in Europa una delegazione di potenziali investitori. Lo ha affermato lo stesso Chen oggi parlando ad un gruppo di imprenditori cinesi che hanno degli interessi in Europa. ”L’ anno prossimo – ha detto il ministro – invieremo una delegazione per promuovere il commercio e gli investimenti in Europa.Alcuni paesi europei stanno attraversando la crisi dei debiti e sperano di convertire in liquidita’ alcune delle loro operazioni e vorrebbero che le loro imprese venissero acquistate dal capitale straniero.”. La Cina e’ stata finora reclutante ad impegnarsi pubblicamente ad acquistare ulteriori quote di obbligazioni europee oltre a quelle già’ in suo possesso. Economisti cinesi hanno sottolineato che Pechino e’ più interssanta nell’ acquisto di imprese. Nel suo discorso di oggi, Chen Deming ha ricordato che la stessa economia cinese sta rallentando il suo ritmo di crescita – che sarà’ di circa il 9% alla fine dell’ anno, secondo le previsioni – e che rimane minacciata dalla crescita dell’ inflazione, che e’ di circa il 5,5% secondo le ultime rilevazioni.
La Cina ci sta. Il piano immaginato dal Cancelliere dello scacchiere George Osborne può dunque decollare sul serio. China Investment Corporation, il fondo sovrano governativo da 410 miliardi di dollari, ha infatti annunciato investimenti nei progetti che ammoderneranno le infrastrutture della Gran Bretagna. Lou Jiwei, presidente del fondo, ha definito l’operazione come “una vittoria per tutti”. I fondi cinesi serviranno infatti per rafforzare le infrastrutture dell’Occidente mentre la Cina, in cambio, otterrà stabili percentuali di ritorno. la campagna acquisiti dell’impero di mezzo, ad ogni modo, comincia nel Regno Unito, “una delle economie più aperte al mondo e con un solido sistema legale”, ha detto Jiwei al Financial Times. “Siamo pronti – ha concluso – a fare squadra con i gestori di fondi o partecipare attraverso partnership pubblico-privato nel settore delle infrastrutture britanniche come investitori”. Osborne è convinto che, in questi tempi di volatilità, l’opzione d’investire in solidi progetti a lungo termine possa rappresentare un’alternativa molto attraente per fondi pensioni o altri enti istituzionali.

fonte: ANSA

Lascia un commento

Archiviato in 'E renare (i soldi, l'economia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...