Torna la confusione sull’incidente al treno alta velocità, ora è colpa dell’uomo

Non tecnologie difettose, ma un errore umano: tutto da rifare nelle indagini sul disastro ferroviario fra due treni ad alta velocità che lo scorso luglio in Cina ha fatto 40 morti dopo dichiarazioni alla stampa di un funzionario, poi censurato, che ha gettato ulteriore confusione nella vicenda. Avvenuto nel pieno di una grande campagna per promuovere il nuovo “treno proiettile” cinesé, l’incidente ha causato una grande emozione nell’opinione pubblica e continua a essere commentato nei forum di Internet e sui giornali. Nella sua edizione di ieri il quotidiano Beijing Times ha attribuito al funzionario Wang Menshu, uno dei funzionari responsabili dell’ inchiesta, una dichiarazione secondo la quale all’origine della tragedia vi sarebbe stato un “errore umano”, commesso dal personale delle ferrovie, che non avrebbe usato “correttamente” il sistema di sicurezza. In precedenza era stato messo sotto accusa il sistema stesso e la società’ che lo aveva fornito alle ferrovie era stata costretta a scusarsi pubblicamente. Dopo poche ore l’articolo con le dichiarazioni di Wang è stato cancellato dal sito web del giornale e oggi lo stesso funzionario ha dichiarato alla tv di Stato di “non avere un’idea precisa” delle cause dell’incidente. Il funzionario ha aggiunto che il Beijing Times ha “frainteso” le sue affermazioni. Una commissione della quale Wang è vicepresidente ha steso un rapporto che non è stato reso pubblico, secondo la stampa cinese.

Lascia un commento

Archiviato in Vita cinese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...